Il comparto previdenziale resta al centro del dibattito pubblico, mentre si susseguono gli appuntamenti tecnici e di confronto con le parti sociali in merito ai nuovi strumenti di flessibilità previdenziale. Proprio oggi 20 marzo 2017 è atteso un nuovo confronto tra #Governo e parti sociali sui decreti attuativi, mentre nei prossimi giorni si tornerà ad approfondire la cosiddetta FASE 2 della riforma.

Il calendario degli appuntamenti da monitorare sulla riforma previdenziale

Facciamo quindi il punto della situazione in favore dei lettori, cercando di riportare tutti gli appuntamenti chiave attesi nei prossimi giorni;

  • si parte oggi alle 15.00 con il già citato confronto tecnico sulla definizione delle platee per APE, quota 41 e per le altre misure di flessibilità previdenziale previste in Legge di Bilancio 2017;
  • il 23 marzo è atteso il secondo confronto tra Governo e #sindacati, durante il quale si approfondiranno i temi della pensione di garanzia per chi è iscritto al contributivo puro, della tutela del lavoro di cura e del rilancio della previdenza complementare;
  • entro la fine del mese (cioè al termine del confronto sindacale) sono attesi anche i decreti attuativi definitivi dei provvedimenti appena citati;
  • al prossimo primo maggio è invece fissata la scadenza per l'avvio effettivo dell'anticipo pensionistico (APE).

Flessibilità Inps: resta da sciogliere il nodo del cumulo

Parallelamente resta ancora da comprendere se sarà possibile utilizzare il cumulo per la fruizione dell'anticipo pensionistico (APE) e per le altre misure di ingresso tutelato nell'Inps. Il pensiero di molte lavoratrici va anche all'iniziativa portata avanti dal Comitato OD Social per l'accesso all'opzione donna tramite il cumulo gratuito dei contributi, oltre alle medesime richieste avanzate dal Comitato cessati e licenziati senza tutele per poter beneficiare dell'8va salvaguardia parlamentare.

Come da prassi vi ricordiamo di farci conoscere la vostra opinione aggiungendo un commento nel sito, mentre per ricevere tutte le prossime novità sulle pensioni potete utilizzare la funzione "segui" che trovate in alto. #Pensioni