Con gli interventi di riforma delle #Pensioni avviate a partire dal 2004 arriveranno a quasi 60 punti percentuali del prodotto interno lordo nel 2050 i risparmi cumulativi: tradotti in euro, si parla di qualcosa come 1.020 miliardi. Mentre si attendono ancora i decreti attuativi sulla prima parte di riforma pensioni avviata dal Governo Renzi, queste sono le stime contenute nella relazione del Documento di economia e finanza, nella parte relativa alla revisione del sistema previdenziale, ed elaborate dall'agenzia di stampa Adnkronos. Intanto, sul blog di Beppe Grillo, compare un sondaggio sulla pensione anticipata.

Pensioni, Def: grazie a riforme risparmio da più di mille miliardi

Alla tanto contestata riforma pensioni targata Monti-Fornero viene ascritto quasi un terzo della minore incidenza della spesa, una cifra praticamente pari a quasi 337 miliardi di euro.

Pubblicità
Pubblicità

La legge Fornero, che ha avuto pesanti ricadute sul piano sociale, continua ad essere una garanzia per i conti pubblici, proprio per questo non è facile abolirla o modificarla profondamente come chiedono in molti. Le varie misure che sono state introdotte a più riprese nel sistema pensionistico hanno permesso di compensare le spese maggiori provocate dai provvedimenti rivolti alle fasce più deboli. A tal proposito viene citato l'Anticipo pensionistico di mercato, per il quale ancora si attende il relativo decreto attuativo così come per i benefici previdenziali previsti per i lavoratori precoci. La misura introdotta dal Governo Renzi e in via d'attuazione potrebbe costare circa 2,4 miliardi, in termini di spesa previdenziale, se la qualificazione dovesse passare - come viene spiegato nel focus del Def 'La riforma del sistema pensionistico' elaborato dall'Adnkronos - da "trasferimento monetario" a "prestito".

Pubblicità

Movimento 5 stelle: su blog voto su flessibilità in uscita dal lavoro

Intanto, a proposito di riforma pensioni, di nuove forme di flessibilità in uscita dal lavoro si parla sul blog del leader del Movimento 5 stelle Beppe Grillo. "Con quali strumenti - è il quesito del quarto punto del programma Lavoro del #M5S pubblicato in un post su beppegrillo.it - si deve superare l'attuale sistema previdenziale a ripartizione con contribuzione obbligatoria stabilita per legge e soglie rigide di uscita dal mondo dell'occupazione?". I grillini chiedono dunque nel sondaggio quali possano essere le misure più efficaci per la pensione anticipata. Il leader del Movimento 5 stelle ha pubblicato sul suo blog, a tal proposito, l'intervento del Dirigente Responsabile della Struttura Complessa di Medicina del Lavoro dell'Ospedale di Bergamo Giovanni Mosconi che ha messo il lavoro usurante al centro del suo ragionamento.