Le ultime notizie sulle #Pensioni, ad oggi, giovedì 20 aprile 2017, sono relative alle dichiarazioni piuttosto polemiche rilasciate dall'onorevole Marialuisa Gnecchi in merito alla Legge Fornero: 'Ho iniziato l'ultima legislatura con la speranza di riuscire a fare qualcosa per cambiare quella manovra - ha dichiarato l'ex vicepresidente della provincia autonoma di Bolzano - ma, oltre al provvedimento delle ricongiunzioni onerose e all'aver permesso a 170mila lavoratori di poter accedere alla pensione con le regole pre-Fornero, non siamo riusciti a fare altro. Non c'era un vero governo di centrosinistra - ha dichiarato l'onorevole Gnecchi - Non c'era Bersani...Cambiare la Legge Fornero non è facile, sia perché mancano le risorse, sia perché l'Inps non collabora, fornendo dati precisi'.

Pubblicità
Pubblicità

Ultime notizie pensioni, giovedì 20 aprile 2017: dichiarazioni polemiche di Marialuisa Gnecchi sulla Legge Fornero

Sul fronte della fase due della riforma pensioni, il segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, ha sottolineato come il Governo debba dare piena attuazione agli impegni assunti attraverso l'accordo sui rinnovi contrattuali del pubblico impiego e con l'intesa sulla previdenza: 'Occorre realizzare una politica dei redditi - ha dichiarato Petriccioli - volta a rafforzare il potere di acquisto dei salari e delle pensioni'. Da queste dichiarazioni, si evince che il tema della rivalutazione degli assegni pensionistici sarà una delle questioni più scottanti del confronto Governo-sindacati, soprattutto per tutelare il potere d'acquisto delle pensioni.

Pubblicità

Riforma pensioni ultime notizie 20 aprile: i Quota 41 sulla manifestazione dell'11 maggio

Per quanto riguarda, invece, la battaglia dei #Quota 41 per la rivendicazione dei propri diritti, c'è da segnalare il post di Antonina Cicio, una delle rappresentanti più attive del gruppo 'Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti: 'Vorrei che tutto il gruppo, specialmente coloro che criticano sempre, coloro che sono attivi solamente con la tastiera e che in questi giorni di preparazione alla nostra manifestazione dell'11 maggio sono spariti dalla circolazione, comprendessero cosa significa lottare in tutte le maniere per i nostri diritti e come partecipare a qualsiasi iniziativa possa aiutarci.'

Un appello ad una partecipazione di massa per la grande manifestazione davanti a Montecitorio, in programma per il prossimo 11 maggio: da qui l'invito rivolto dalla stessa Antonina Cicio a cliccare sul link inserito nel gruppo Facebook e relativo all'evento, in modo da poter contare tutti coloro che saranno presenti all'importantissima manifestazione. 'La partecipazione deve essere numerosa - ha sottolineato la rappresentante dei Quota 41 - altrimenti non avremo nessuna considerazione!'