Nuove proposte sul fronte della riforma #Pensioni mentre si attendono ancora tutti i decreti della presidenza del consiglio dei ministri per l'attuazione delle misure previste nella legge di Bilancio 2017: dall'Anticipo pensionistico volontario ai benefici per i lavoratori precoci (Quota 41 ma non per tutti). Trova subito il consenso del sindacato Uil guidato dal segretario generale Carmelo Barbagallo la proposta di rendere gratuito i riscatto della laurea ai fini pensionistici lanciata oggi dal sottosegretario all'Economia e Finanze Pier Paolo Baretta.

Pensioni, si fa strada la proposta del riscatto gratuito della laurea

"Da tempo - ha dichiarato in una nota stampa il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti - la Uil propone di rendere gratuito il riscatto della laurea.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo - ha aggiunto commentando l'ipotesi di fiscalizzare i contributi legati al periodo di studi universitari - concordiamo con quanto affermato dal sottosegretario Baretta". Ma al di là degli annunci e delle promesse, occorre che l'esecutivo passi dalle parole ai fatti, secondo l'organizzazione sindacale. La sede ideale per discuterne è il tavolo di confronto già avviato dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali che punta a chiudere la discussione con i sindacati con la sottoscrizione di un nuovo verbale d'intesa. "La proposta - ha detto Proietti commentando le dichiarazioni di Baretta - deve essere definita nel tavolo di confronto tra Governo e sindacati e può contribuire - ha sottolineato - a migliorare in misura rilevante anche le future pensioni dei giovani".

Nuovo capitolo sul tavolo governo-sindacati sulla riforma pensioni

Un capitolo destinato a finire sul tavolo di confronto tra l'esecutivo e le parti sociali sulla riforma pensioni fase due che dovrebbe guardare con favore, in particolar modo, giovani e donne, molto delle quali insistono per la stabilizzazione o la proroga fino al 2018 del sistema sperimentale di #Opzione Donna per la pensione anticipata delle lavoratrici.

Pubblicità

I parlamentari del Pd Cesare Damiano e Maria Luisa Gnecchi hanno inoltre proposto di estendere il cumulo gratuito dei contributi previdenziali anche alle lavoratrici che intendono andare in pensione con Opzione donna 2017. Si tratta ancora di proposte che potrebbero diventare norme solo se si troveranno le coperture finanziarie e la condivisione politica. Per quanto riguarda il riscatto di laurea gratuito Baretta ha proposto di trovare le risorse necessarie tramite la fiscalità generale.