I decreti attuativi sulla pensione anticipata 2017 della #quota 41 dei lavoratori precoci e dell'anticipo pensionistico Ape social dovrebbero ricevere il via libera nei prossimi giorni per la definitiva approvazione del Governo Gentiloni, dopo il parere del Consiglio di Stato avvenuto nella scorsa settimana. E' stato il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti ad annunciarlo, secondo quanto riportato oggi dal sito specializzato Pensionioggi. Il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri relativo alla pensione anticipata Ape agevolata dovrà stabilire i meccanismi per accertare le condizioni di accesso alla forma di uscita anticipata a costo zero, la necessaria documentazione da allegare, come verrà effettuato il monitoraggio delle domande per non superare i limiti di risorse stanziate dal Bilancio 2017, le comunicazione che l'Inps invierà a chi ha presentato domanda [VIDEO] per l'esito finale e, infine, i criteri tramite i quali verranno stabilite le priorità delle domande di pensione anticipata.

Pubblicità
Pubblicità

Per il 2017 sono previste circa 35 mila assegnazioni di Ape social, mentre per l'anno prossimo le domande accettate non dovrebbero superare le ventimila.

Quota 41 precoci e Ape social: 2 domande Inps di uscita per la pensione anticipata 2017

Analogo alla pensione anticipata Ape social sarà il decreto riguardante la quota 41 dei lavoratori precoci: il provvedimento del Governo Gentiloni dovrà contenere le necessarie informazioni per la presentazione della domanda e per la verifica dell'esito della stessa. I due provvedimenti, Ape agevolata e precoci, prevedono molti punti in comune: sia per i requisiti di accesso (disccupazione, invalidità, assistenza inabili e lavori gravosi), sia per le procedure di verifica degli stessi. La richiesta della pensione anticipata si articolerà in due fasi: nella prima, presumibilmente entro il 31 luglio 2017 anziché entro il 30 giugno, si dovrà presentare domanda di verifica dei requisiti dell'anticipo pensionistico agevolato oppure della quota 41 dei precoci.

Pubblicità

La seconda fase si aprirà solo nel momento in cui l'Inps avrà dato esito positivo ai requisiti e prevede la presentazione concreta della domanda di accesso alla misura di uscita anticipata [VIDEO].

Ultime notizie sulla pensione anticipata dei precoci quota 41 e Ape social 2017: esito domande

Le domande di accesso alla pensione anticipata social 2017 o alla quota 41 dei precoci dovranno seguire le indicazioni della maturazione dei requisiti: in particolare, i lavoratori che raggiungeranno l'età e i parametri tra il 1° maggio e il 31 dicembre 2017 dovranno produrre la domanda di accertamento [VIDEO] entro il 30 giugno 2017 (Ape social) o entro il 1° giugno (quota 41 dei precoci), a meno che il termine non venga spostato per entrambi i canali di uscita anticipata al 31 luglio prossimo. La conclusione del monitoraggio dell'Inps è prevista per entrambe le misure per il 30 settembre 2017. Per i contribuenti che dovessero maturare i requisiti nel 2018, la domanda dell'Ape social si potrà presentare dal 1° gennaio al 31 marzo del 2018 (entro il 1° marzo per i precoci), con la conclusione del monitoraggio dell'Inps previsto per la fine del giugno successivo.

Pubblicità

#Pensioni