Con l'arrivo dell'estate sono sempre di più i #concorsi pubblici in uscita quest'anno e indetti dall'Amministrazione Statale. Tra questi non possiamo non menzionare l'ultimo #concorso pubblicato in Gazzetta Ufficiale, volto a reclutare ben 250 nuovi funzionari amministrativi da inserire all'interno del Ministero dell'Interno.

Il concorso, per titoli ed esami, si rivolge a personale qualificato che (se in possesso dei requisiti) verrà assunto tramite contratto a tempo indeterminato, Area funzionale terza, posizione economica F1, nel ruolo di personale dell’Amministrazione civile dell’Interno, per l'esercizio di funzioni di carattere specialistico da espletare all'interno delle Commissioni territoriali che si occuperanno del riconoscimento della protezione internazionale e del diritto d'asilo.

Pubblicità
Pubblicità

Requisiti

Per poter partecipare alla selezione pubblica i candidati dovranno:

  • essere cittadini italiani;
  • avere la maggiore età;
  • essere in possesso dei requisiti morali e di condotta;
  • godere dei pieni diritti politici;
  • essere idonei fisicamente (potrebbe essere prevista una visita medica apposita al riguardo volta ad accertare l'idoneità dei partecipanti);
  • essere regolari nei confronti degli obblighi militari;
  • essere in possesso di uno dei titoli di studio indicati nel bando (ovvero laurea o diploma di laurea in materie giuridico/economiche - sia di secondo che di primo livello - riconosciuto dall'ordinamento).

All'interno dell'avviso pubblico pubblicato sul sito interno.it [VIDEO] sarà possibile prendere visione nello specifico dell'elenco delle lauree triennali e specialistiche/magistrali che sono ammesse a concorso.

Pubblicità

I requisiti richiesti devono essere posseduti dai soggetti interessati alla data di scadenza del concorso, fissata al primo giugno 2017 (termine ultimo per l'invio delle domande).

Prove d'esame

Qualora le domande di partecipazione al concorso superino di 10 volte il totale dei posti messi a disposizione dal Ministero dell'Interno, saranno ammessi alle prove d'esame solo coloro i quali supereranno la prova preselettiva (appositamente indetta). Quest'ultima consisterà nella soluzione di quesiti a risposta multipla volti a verificare la conoscenza del candidato in: elementi di diritto pubblico, diritto internazionale ed europeo, legislazione nazionale ed europea nell'ambito della protezionale internazionale, storia contemporanea, geografia (politica ed economica), lingua inglese.

Il superamento della preselettiva permetterà poi agli aspiranti funzionari di svolgere le due prove scritte successive (un eleborato e un test di inglese) e la terza prova orale (avente ad oggetto le materie delle precedenti prove scritte).

Per poter partecipazione alla selezione gli interessati dovranno inviare la propria domanda seguendo le istruzioni apposite contenute nel bando, tramite la procedura telematica messa a disposizione dallo stesso Ministero alla pagina web concorsiciv.interno.it [VIDEO]. #Concorso Pubblico