Inizia oggi 26 giugno una nuova settimana di dibattito sulla pensione anticipata e sulle misure per i lavoratori #precoci e i quota 41. Vediamo il punto della situazione, parlando della nuova iniziativa popolare lanciata dai sindacati aderenti alla Confsal (Confederazione generale dei sindacati autonomi del lavoro) che chiede l'abolizione della legge Fornero tramite iniziativa popolare. Infine facciamo anche il punto sull'APE Social che ha ricevuto da subito moltissime adesioni, tanto che le risorse stanziate potrebbero finire e per alcuni precoci e quota 41 la data di decorrenza di accesso all' INPS potrebbe esser così posticipata, nel caso in cui il budget previsto anno per anno venga sforato.

Pubblicità
Pubblicità

Ultime novità Pensioni anticipate: nuova iniziativa per abrogare la legge Fornero

Come anticipato tra le ultime notizie inerenti la pensione anticipata e la riforma dell'attuale sistema pensionistico negli ultimi giorni è tornata in auge l'abolizione della legge Fornero. Per iniziativa popolare, e quindi raccogliendo almeno 50mila firme (come previsto dall'articolo 71 della costituzione) i sindacati SNALS, FAST, FIALS, FISMIC , FNA e UNSA, tutti aderenti alla CONFSAL hanno intenzione di chiedere "Di modificare l’attuale normativa pensionistica e ripristinare un diritto fondamentale dei lavoratori". Secondo quanto pubblicato nel comunicato ufficiale rilasciato, "Il diritto di andare in pensione dopo una vita di lavoro e di contribuzione è stato ingiustamente colpito dalla Legge Fornero" e per questo motivo nelle prossime settimane queste sigle sindacati definiranno congiuntamente il testo del decreto di legge per abolire la Fornero e scenderanno in piazza per raccogliere le 50mila firme necessarie a presentarlo.

Pubblicità

Un iniziativa sicuramente interessante, ma che non sarà di semplice attuazione considerando come la stessa cosa venne fatta l'anno scorso anche dalla Lega Nord, senza poi ottenere alcun risultato. Che questa sia la volta buona?

Pensioni precoci e quota 41, ultime novità su Ape Social e fondi

Intanto per quanto riguarda l'APE Social partita nei giorni scorsi, Cesare Damiano ha parlato nuovamente ribadendo l'importanza di stanziare nuove risorse per l'APE Social e la quota 41 per i precoci visto l'elevato numero di domande che è stato già presentato all' INPS.Se le adesioni saranno superiori alle previsioni c'è la possibilità che i fondi finiscano e che qualche lavoratore possa rimanere momentaneamente escluso. Ricordiamo infatti che i DDL passati in legge di stabilità prevedono la possibilità che la decorrenza dell'accesso all'Inps venga posticipata se verrà sforato il budget annuo a disposizione. In questo caso se si hanno parità di requisiti si procederà con le domande arrivate per prime all' INPS. Per restare aggiornati su queste ultime notizie sulle #Pensioni anticipate e sui precoci potete cliccare segui in alto e i prossimi giorni vi informeremo sulle novità!