Dopo il governo che rivendica i meriti della prima parte di riforma #Pensioni alla luce dei primi dati diffusi dall'#Inps guidato da Tito Boeri che ha fatto in questi anni della trasparenza il suo cavallo di battaglia, anche i sindacati cominciano a sottolineare l'importanza del ruolo per l'istituzione di nuove forme di pensione anticipata che in qualche modo alleggeriscono le eccessive rigidità per l'uscita dal lavoro previste dalla legge Fornero che comunque resta ancora in vigore. Il premier Paolo Gentiloni ha parlato oggi di un "grande aiuto" dato ai lavoratori con l'Ape commentando i dati delle domande per l'Anticipo pensionistico volontario e per la Quota 41 destinata a una parte di lavoratori precoci.

Pubblicità
Pubblicità

Però ancora si resta in attesa dell'attuazione dell'Ape volontario, il premier ha detto che partirà entro l'estate 2017, ma alla luce dei continui ritardi i dubbi appaiono più che leggittimi [VIDEO].

Pensioni, intervento del segretario generale della Cisl Annamaria Furlan

Come emerge dai dati dell'Inps sono più di 65mila le istanze inoltrate dalla Lombardia alla Sicilia. Se questo è possibile "lo si deve - ha dichiarato oggi il segretario generale della Cisl - all'accordo fortemente voluto dal sindacato confederale l'anno scorso che ha modificato - ha sottolineato Annamaria Furlan uno dei punti più sbagliati e socialmente iniqui della legge Fornero". Il presidente del Consiglio, in un tweet parlando oggi del boom di domande per la Quota 41 precoci e per l'Ape sociale ha parlato di "un aiuto concreto per chi ha avuto un lavoro [VIDEO]- ha sottolineato - più lungo e difficile".

Pubblicità

'Con Ape social e precoci è meno rigida la riforma pensioni Fornero'

Subito dopo l'intervento del premier sulle pensioni, le agenzie lanciano le dichiarazioni di Annamaria Furlan secondo la quale "l'Anticipo pensionistico sociale è un tassello importante - ha detto - di una contro riforma delle pensioni a cui la Cisl e tutto il movimento sindacale ha lavorato - ha evidenziato - con grande determinazione in questi anni". La sindacalista chiede al governo di bloccare la determinazione di un innalzamento ulteriore dell'età pensionabile [VIDEO] già significativamente aumentata dalla legge Fornero con devastanti effetti sul piano sociale: ovvero ultrasessantenni che non costretti a lavorare e giovani che non riescono a trovare lavoro. Secondo la Furlan è inoltre da favorire "lo sviluppo delle adesioni - ha detto - alla previdenza complementare in tutti i settori".