Attesa per la pubblicazione dei bandi da parte degli Atenei universitari per l'acquisizione dei #24 cfu per la partecipazione al concorso a cattedra 2018, ai sensi del decreto ministeriale [VIDEO] sulla formazione iniziale e il reclutamento nel mondo della scuola. Al momento presenti nei siti ufficiali delle Università solo le pagine dedicate. In applicazione al dm del 10 agosto, non tutti gli aspiranti insegnanti sono interessati al conseguimento dei crediti in oggetto quale requisito utile per la partecipazione al concorso, ma è necessario valutare con attenzione quali sono i cfu in possesso sulle discipline che si desidera insegnare e la modalità di acquisizione.

Pubblicità
Pubblicità

Nei principali siti della scuola sono infatti già presenti annunci di 'master, specializzazioni e corsi' per ottenere i 24 cfu, ma attenzione perché solo 12 possono essere acquisiti in modalità telematica.

Decreto acquisizione 24 cfu, i dettagli per gli aspiranti insegnanti

Il decreto ministeriale n. 616 del 10 agosto 2017 stabilisce la necessità di essere in possesso di 24 cfu sulle discipline antro-psico-pedagogiche e metodologie didattiche e le modalità di acquisizione. I crediti in oggetto costituiscono requisito di accesso per i docenti senza abilitazione e/o SENZA 36 mesi di servizio - in base a come abbiamo interpretato il dm, almeno 180 giorni. Il superamento del concorso a cattedra permetterà di accedere al #Fit, il corso di Formazione Iniziale, Tirocinio e Inserimento della durata di tre anni; nel primo anno si conseguirà l'abilitazione all'insegnamento nella classe di concorso per la quale ci si candida nel mondo della scuola.

Pubblicità

Nel dettaglio, le modalità di partecipazione al concorso docenti 2018 e la metodologia di conseguimento del titolo per diventare insegnante è legata alla condizione dell'aspirante, ai suoi titoli e anni/mesi di servizio nella scuola:

i docenti abilitazione all'insegnamento su una o più classi di concorso (con il Tfa, per esempio, si poteva ottenere l'abilitazione a cascata anche su due classi di concorso, in relazione anche agli accorpamenti delle cdc con le nuove tabelle #Miur) dovranno sostenere una prova di esame orale; a seguito della disponibilità di posti [VIDEO]/cattedre, svolgere un anno di servizio nella scuola durante il quale avranno una valutazione finale e saranno immessi in ruolo per scorrimento delle graduatorie avviate con il percorso di formazione.

i docenti senza abilitazione all'insegnamento con almeno 36 mesi di servizio, 180 giorni, o 3 anni di servizio, anche non continuativo ma svolto negli ultimi 8 anni scolastici, dovranno sostenere una prova di esame scritta e una orale; il superamento delle prove comporta l'inserimento nel percorso di formazione Fit della durata di 2 anni: il primo anno, nel quale si conseguirà l'abilitazione all'insegnamento sula cdc di riferimento al concorso; il terzo anno di Fit - per gli aspiranti il secondo - di servizio in classe, come per i docenti con abilitazione.

Pubblicità

aspiranti insegnanti con laurea ma senza servizio, ai quali è richiesta l'acquisizione dei 24 cfu. Dovranno affrontare l'intero percorso Fit della durata triennale. In questo caso, i neolaureati o gli aspiranti che al momento stanno frequentando un corso di laurea potranno acquisire i cfu necessari per la metà in modalità telematica e i restanti 12 in modalità aggiuntiva al percorso/piano di studi universitario.

Se desideri continuare a seguirci per restare aggiornato in materia di Graduatorie e supplenze [VIDEO] e lavoro nel mondo della #Scuola, clicca su 'Segui', e/o condividi la nostra news, se l'hai ritenuta interessante.