Ricomincia domani il tavolo di confronto tra l'esecutivo e le parti sociali sulla seconda parte di riforma #Pensioni. Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha confermato ieri ai sindacati la data dell'incontro già fissato per mercoledì 13 settembre [VIDEO]. Diversi gli interventi politici e sindacali in queste ultime ore in attesa della riunione in cui il #Governo Gentiloni dovrebbe illustrare alle organizzazioni sindacali il piano per la previdenza che dovrebbe introdurre significative novità per donne e giovani e dare risposte su alcune questioni importanti ancora aperte, come l'estensione della Quota 41 a tutti i lavoratori precoci (e non solo a una parte) e la proroga (o la stabilizzazione) dell'#Opzione Donna per il prepensionamento delle lavoratrici.

Pubblicità
Pubblicità

Pensioni, i sindacati insistono: cambiare la legge Fornero

I sindacati insistono nel frattempo per le modifiche alla legge Fornero e incalzano l'esecutivo sull'aumento dell'età pensionabile. In questo clima non sembra facile raggiungere un'intesa generale tra le parti sulla fase 2 della riforma pensioni così come avvenuto con la fase 1. "Siamo arrivati al punto - ha dichiarato il segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo secondo quanto riporta l'Ansa - in cui riteniamo dirimente la questione dell'innalzamento automatico dell'età pensionabile". Dunque non si placa lo scontro in atto tra sindacati e governo [VIDEO] che domani torneranno a riunirsi nella sede del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per fare il punto della situazione in vista della discussione sulla legge di Bilancio 2018.

Pubblicità

Uil: indispensabile blocco innalzamento età pensionabile

Barbagallo ha ricordato che l'Italia, in materia di età pensionabile, "è già al di sopra della media europea". La proposta della Uil e degli altri sindacati più rappresentativi come la Cgil guidata da Susanna Camusso e la Cisl guidata da Annamaria Furlan, è quella di bloccare l'aumento automatico dei requisiti anagrafici per l'accesso al pensionamento in base alle speranze di vita. Il presidente della commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, mostrando i dati che parlano di un aumento della mortalità precoce, chiede l'adeguamento dell'età pensionabile al ribasso [VIDEO], altro che aumento. La battaglia dei sindacati va avanti anche in favore di donne e giovani, secondo la Uil bisogna prevedere misure che possano loro garantire "in futuro una pensione decente", ha detto Barbagallo intervenendo oggi (12 settembre) a Bari all'Assemblea dei delegati Uil su Pensioni, lavoro, fisco e Mezzogiorno che si è svolta nella Fiera del Levante.