Le nuove graduatorie del personale ATA 2017/2020 per l'assegnazione delle supplenze nelle scuole, sostituiranno integralmente quelle in vigore nel triennio precedente. Per questo motivo, chi aveva fatto richiesta di inserimento nel 2014 dovrà comunque chiedere di rinnovare tale inserimento attraverso la compilazione del #Modello D2 per la quale forniamo una breve guida per evitare di incorrere in errori [VIDEO] che comporterebbero l’esclusione dalle graduatorie.

Graduatorie ATA, guida alla compilazione del modello D2

Il modello D2 deve essere compilato da chi intende confermare o aggiornare l’inserimento nella graduatoria del personale ATA per il triennio 2017/2020.

Pubblicità
Pubblicità

Chi, invece, intende aggiungere nuovi profili o cambiare il titolo di accesso, dovrà comunque compilare il modello D1 come se fosse un nuovo inserimento.

Nell’intestazione del modello D2 bisognerà inserire il codice della scuola alla quale viene inviata la domanda (scuola capofila) che potrà essere reperito sul sito del #Miur. Dopo aver compilato la sezione A con i propri dati anagrafici, vediamo come procedere con la compilazione del modello D2 nelle sue parti essenziali:

  • Sezione B. Qui bisogna indicare provincia, profili (per i cui codici si ramanda alla legenda del paragrafo successivo) e scuola del precedente inserimento e la provincia della scuola alla quale viene inviata la nuova domanda.
  • Sezione C3. In questa sezione bisogna indicare, ripetendo quanto indicato nel 2014, il titolo di studio di accesso e le modalità di accesso per ognuno dei profili per i quali richiede la conferma o l’aggiornamento dell’inserimento in graduatoria.
  • Sezione D1. Da utilizzare per dichiarare titoli di studio non dichiarati nella precedente domanda del 2014.
  • Sezione D2. Per la dichiarazione di titoli informatici non posseduti nel 2014. Chi non deve dichiarare nuovi titoli informatici dovrà barrare l’apposita casella alla dine della sezione.
  • Sezione E. Titoli di servizio non precedentemente dichiarati. Nel caso in cui lo spazio predisposto nella sezione non sia sufficiente per l’elencazione di tutti i titoli di servizio, è possibile fare delle integrazioni fotocopiando il foglio.
  • Sezione F1. Titoli di preferenza, che verranno presi in considerazione in caso di parità di punteggio [VIDEO].

I codici dei profili

Le graduatorie per il personale ATA della scuola si rivolgono ai seguenti profili che nei modelli di domanda sono identificati con i seguenti codici:

  • AA: Assistente Amministrativo
  • AT: Assistente Tecnico (solo negli istituti di II grado)
  • CO: Cuoco (profilo solo per i convitti)
  • IF: Infermiere (profilo solo per i convitti)
  • GA: Guardarobiere (profilo solo per i convitti)
  • CR: Addetti azienda agraria
  • CS: Collaboratore Scolastico (bidello).

Si ricorda, inoltre, che tutte le pagine del modello D2 devono essere firmate e che tutte le dichiarazioni sono rese in regime di autocertificazione e, pertanto, nel caso in cui risultino non veritiere, comporteranno, oltre alle sanzioni previste per legge, l’automatica esclusione dalle graduatorie per le supplenze del personale ATA.

Pubblicità

La domanda potrà essere presentata alla scuola capofila entro il 30 ottobre 2017. Successivamente verranno rese mote le date per l’invio del modello D3 per la scelta delle 30 scuole della provincia per le quali si richiede l’inserimento nelle graduatorie d’istituto terza fascia. #Graduatorie AtA