Pubblicità
Pubblicità

Il tanto atteso concorso del Ministero della Giustizia per allievi agenti della #Polizia Penitenziaria sta per essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. A darne notizia l’Osapp Puglia (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) che ha diffuso sul proprio sito il testo del bando per la selezione di 197 allievi agenti, di cui 147 uomini e 50 donne.

Il concorso sarà aperto [VIDEO]alla partecipazione di candidati civili e le domande potranno essere presentate entro 30 giorni a partire dal giorno successivo a quello della pubblicazione.

Chi può fare domanda per il concorso Ministero della Giustizia 2017

Pe poter presentare la domanda di partecipazione al concorso per 197 allievi agenti sono richiesti i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • pieno godimento dei diritti politici e civili;
  • età compresa tra i 18 anni compiuti e i 28 anni non compiuti;
  • diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Si richiede, inoltre, di non aver riportato condanne penali, di essere in possesso delle qualità di condotta e morali oltre che dell’idoneità fisica, psichica e attitudinale necessarie a rivestire il ruolo di agente di Polizia Penitenziaria.

Come fare domanda per il concorso Ministero della Giustizia 2017

La domanda di partecipazione dovrà essere inviata compilando l’apposito modello predisposto sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale (prevista per il 3 ottobre), con scadenza fissata entro 30 giorni.

Pubblicità

Sullo stesso sito del Ministero sono riportate tutte le modalità operative per l’invio della domanda online.

I candidati in possesso dei requisiti [VIDEO] richiesti saranno convocati, secondo un calendario che sarà pubblicato sul sito del Ministero il prossimo 23 gennaio 2018, per lo svolgimento della prova scritta. L’esame consisterà in una serie di domande a risposta multipla o sintetica su argomenti di cultura generale.

I primi 350 candidati uomini e 125 candidate donne, secondo la graduatoria risultante, saranno sottoposti ai previsti accertamenti per la valutazione dell’idoneità psico-fisica, superata la quale potranno accedere alle prove attitudinali.

La graduatoria finale sarà redatta in base ai contingenti maschile e femminile ed i vincitori saranno nominati allievi agenti della Polizia Penitenziaria per essere ammessi alla frequenza del previsto corso di formazione.

Pubblicità

Al termine di detto corso, gli allievi agenti saranno assegnati alle sedi di destinazione, definite in base alle necessità dell’amministrazione penitenziaria e presso le quali dovranno rimanere per un periodo non inferiore a cinque anni. #Concorso Pubblico #Lavoro giovani