Pubblicità
Pubblicità

La domanda per l'inserimento nelle graduatorie di terza fascia del personale Ata [VIDEO], per chi è la prima volta che presenta la domanda dovrà utilizzare il modello D1. Il modello di domanda D1 compilato nelle sue parti, dovrà essere consegnato manualmente (nel caso in cui la #Scuola sia possibile raggiungerla) oppure spedito per raccomandata A/R o per posta elettronica certificata, ad una scuola prescelta. Vediamo nel dettaglio come completare correttamente il modello D1.

Compilazione modello D1

La prima parte della domanda riguarda i dati relativi alla scuola capofila prescelta a cui indirizzare la domanda, importante è inserire il codice e la descrizione della scuola.

Pubblicità

A seguire dovrete indicare i vostri dati anagrafici (prestando attenzione al codice fiscale) e recapiti (oltre al numero di telefono dovrete inserire anche un indirizzo email). Dopo l'inserimento dei vostri dati anagrafici dovrete compilare la sezione titoli d'accesso, indicando la provincia nella quale avete intenzione di presentare la domanda, e dovrete barrare la lettera X/Y e i profili per i quali si accedete con il titolo di studio richiesto. E' utile precisare che per il profilo di collaboratore scolastico si valutano anche le qualifiche ottenute al termine di corsi socio-assistenziali e sociosanitari rilasciati dalle Regioni. Per la compilazione delle differenti sezioni vi consigliamo di leggere attentamente se siete interessati da compilare la specifica sezione a titolo di esempio se non avete ne titoli informatici ne servizio prestato non dovrete compilare niente (potrebbe essere opportuno barrare la pagina non compilata).

Pubblicità

Inoltre, vorremmo precisarvi che a pagina 10 sezione H nel prospetto della valutazione titoli, la compilazione della griglia è facoltativa. In ogni caso, è indispensabile che tutte le pagine del modello di domanda siano datate e firmate anche quelle non compilate. Inoltre, prima di consegnare o spedire la domanda compilata è opportuno fare una copia. Infine, vorremmo precisarvi che la scuola che gestirà la domanda effettuerà i controlli diretti su tutte le dichiarazioni contente nel modello di domanda. Le dichiarazioni individuate come false comportano, oltre al depennamento dalle graduatorie e la rescissione del contratto, anche la denuncia all’autorità giudiziaria. Per i dettagli sulla compilazione del modello D2, vi rimandiamo alle precedenti news. [VIDEO] #Miur