Pubblicità
Pubblicità

Arrivano importanti notizie dell'ultima ora oggi 26 ottobre 2017 per quanto riguarda le #Pensioni e le possibile modifiche al sistema attualmente in atto. In particolare si torna a parlare dell'innalzamento dell'età pensionabile causato dall'adeguamento all'aspettativa di vita [VIDEO] che porterà a 67 anni nel 2019 l'età minima necessaria per uscire dal mondo del lavoro. Nei giorni scorsi sembrava non ci fossero speranze per bloccare questo adeguamento, ma Ivan Pedretti, segretario della Spi-CGIL rilancia il tema e spiega come la partita non sia ancora chiusa visto che le forze politiche sono concordi con l'evitare questo aumento.

Pensioni ultime notizie oggi 26 ottobre 2017: bloccare l' aspettativa di vita è possibile?

Poche ore fa Pedretti ha scritto su facebook un post sulle pensioni, al ritorno dall'assemblea dei pensionati di Firenze, in cui ridà speranze per tutti coloro che vogliono andare in pensione e combattono contro l'aumento automatico.

Pubblicità

Ecco le sue parole "Oggi sono stato all'Assemblea dei pensionati dello Spi-Cgil di Firenze. In questo momento è particolarmente utile incontrarsi e ragionare tutti insieme su quello che sta succedendo sulle pensioni. La notizia è che le forze politiche sarebbero intenzionate a bloccare l'aumento automatico dell'età pensionabile.È positivo e significa che ci stanno dando retta. Ovviamente controlleremo che lo facciano. Ma stiamo tenendo aperta una partita che è tutt'altro che chiusa."

Ultima ora Pensioni: notizie da Pedretti di oggi 26 ottobre

Per quanto riguarda le ultime sulle pensioni [VIDEO] poi, Pedretti ha parlato questa mattina scrivendo un altro post sull'argomento in cui ritorna sull'argomento del blocco dell'età pensionabile. Le sue parole sono positive e sembra che ci possa essere qualche realistica speranza per modificare questo innalzamento: "Leggo tanti commenti in cui ci si dice che sulle pensioni non stiamo facendo tutto il possibile.

Pubblicità

Eppure da ieri ci sono importanti aperture sull'età pensionabile con l'ipotesi di un congelamento dell'automatismo e un confronto su come modificare il meccanismo. Era quello che volevamo. E se ciò avverrà è perché ci stiamo lavorando minuto dopo minuto con serietà e con determinazione. Quindi calma e gesso che la partita non è chiusa e il Sindacato ce la sta mettendo tutta".

Voi cosa ne pensate? Come sempre potete farcelo sapere sulla pagina facebook 'Ultime Pensioni' o qui sotto, e se volete restare aggiornati con tutte le ultime notizie sulle pensioni potete cliccare segui in alto, vicino al nome Rodinò Stefano. #pensioni anticipate #precoci