Pubblicità
Pubblicità

Le ultime novità sulle pensioni 2017 [VIDEO] di oggi 13 ottobre riguardano alcuni tempi importanti come la #quota 100 e i precoci. Inoltre il Ministro del lavoro Giuliano Poletti nella serata di ieri ha convocato i sindacati CGIL, CISL e UIL per le ore 10:00 di lunedì prossimo, con lo scopo di incontrarsi per discutere delle tematiche relative al lavoro e alla previdenza sociale.I lavoratori intanto manifesteranno domani 14 ottobre in tutta Italia sperando di convincere il Governo ad intervenire sulle #Pensioni e riformare la legge Fornero.

Ultima ora Pensioni: notizie oggi 13 ottobre: Manifestazione domani nelle piazze

Susanna Camusso ha risposto così alla convocazione del Ministro del Lavoro: "Ci auguriamo che nell'incontro il Governo presenti delle risposte concrete, a partire dal tema delle Pensioni".

Pubblicità

Intanto domani coloro che chiedono quota 41, i precoci, le lavoratrici che vogliono la proroga di Opzione Donna e molti altri lavoratori scenderanno in piazza per manifestare, vi ricordiamo gli appuntamento più importanti nelle grandi città: a Torino in Piazza Castello dalle ore 10, mentre a Milano, Roma e Napoli davanti alle sede delle prefetture. Intanto proprio in queste ore durante una lezione all'Università di Siena la Fornero è tornata sul tema spiegando che si può apportare qualche modifica alla sua riforma per le situazioni lavorative più difficili, ma che la stessa non può esser eliminata in toto perchè tornare indietro: "Porterebbe a conseguenze molto rischiose sulla nostra credibilità internazionale [VIDEO]."

Pensioni ultime notizie su quota 100 e precoci

In molti in queste ore sulla pagina facebook 'Ultime Pensioni' ci hanno chiesto se ci sono novità inerenti l'ormai famosa quota 100: Ebbene tra le priorità chieste nella prossima riforma oltre al blocco dell'innalzamento dell'età pensionabile a causa dell'adeguamento dell'aspettativa di vita e alle agevolazioni per le pensioni delle donne c'è anche la richiesta di quota 100.

Pubblicità

Il problema come sempre resta il nodo della copertura economica, visto che il DEF dovrà approvare la legge di bilancio e difficilmente accetterà che vengano stanziate troppe risorse per il tema delle pensioni. Secondo alcune stime la quota 100 per le pensioni potrebbe costare oltre 7 miliardi di euro, troppo per poter intervenire in modo strutturale. Ci potrebbero però esser risorse per provare a estendere l'Ape Sociale e la quota 41 ad una platea più ampia di beneficiari e di lavoratori precoci. Come sempre vi invitiamo a cliccare segui in alto vicino al nome Stefano Rodinò se volete esser aggiornati con tutte le novità dell'ultima ora sulle pensioni e su quota 100. #pensioni anticipate