Pubblicità
Pubblicità

Le ultime notizie sulle pensioni [VIDEO] riguardano i requisiti di età per la pensione di vecchiaia e i requisiti di contributi per la #pensione anticipata che, a causa delle regole imposte dalla Legge Fornero, continuano ad aumentare di anno in anno. Infatti se gli anni di età anagrafica per andare in pensione di vecchiaia aumentano per l'adeguamento alla speranza di vita, cioè l'allungamento della vita media per come calcolato dall'Istat, gli anni di contributi richiesti per accedere alla pensione anticipata aumentano secondo uno schema elaborato a tavolino. Con l'Anticipo Pensionistico, elaborato nelle forme di APE Social e APE Volontaria, con la pensione anticipata a Quota 41 per i precoci (accessibile solo per alcune categorie) e con la pensione agevolata per lavoro usurante e notturno, nel corso degli anni sono state introdotte alcune deroghe che fungono da agevolazioni per alcune categorie di lavoratori più disagiati.

Pubblicità

Facciamo dunque il punto, con uno schema sintetico dei requisiti per la pensione validi nel 2018.

Requisiti per la pensione di vecchiaia 2018

Nel corso degli ultimi cinque anni c'è stato un progressivo innalzamento del requisiti di età anagrafica per andare in pensione, dovuto come detto all'adeguamento alla speranza di vita. Il 2018 sarà il primo anno nel quale l'età minima richiesta sarà uguale per tutti i lavoratori e le lavoratrici, del settore privato come di quello pubblico, dipendenti e autonomi/e, ovvero occorre avere almeno 66 anni e 7 mesi. Dal 2019 si passerà a 67 anni tondi tondi, anche se nella Legge di Stabilità verrà inserita una deroga per 15 categorie di lavoratori/lavoratrici addetti a mansioni particolarmente gravose.

E' richiesto anche il requisiti contributivo di almeno 20 anni di contributi per una pensione di almeno una volta e mezza l'importo dell'assegno social INPS [VIDEO], chi non li ha deve restare al lavoro per raggiungerli, comunque non oltre i 70 anni.

Pubblicità

I contributi minimi necessari per la pensione anticipata

Anche il requisito contributivo per la pensione anticipata è aumentato nel corso dell'ultimo quinquennio, aggiungendo mesi di contributi necessari ogni due anni circa. Per il triennio 2016/17/18 i contributi minimi necessari sono 41 anni e 10 mesi per le lavoratrici, 42 anni e 10 mesi per i lavoratori. Dal 2019 per andare in pensione anticipata ci vorranno 42/43 anni e 3 mesi.

Deroga per pensione agevolata per lavoro usurante e notturno

I lavoratori e le lavoratrici addetti a lavori usuranti o con turni di notte hanno una deroga che consente loro un'uscita anticipata e con contributi inferiori rispetto alle situazioni su descritte. Per la precisione occorre un'età minima di 61 anni e 7 mesi, contestualmente un'anzianità contributiva di almeno 35 anni. Inoltre occorre che i lavori usuranti o notturni siano stati svolti per almeno 7 anni nei 10 precedenti la domanda di pensionamento agevolato oppure per metà della carriera lavorativa.

Pubblicità

Inoltre per i lavori notturni si guarda anche a quante notti sono state fatte nel corso di ogni anno, il che può portare ad un aumento di 1-2 anni dell'età anagrafica richiesta.

Pensione anticipata con Quota 41 precoci e APE Social o Volontario

Ci sono po le deroghe introdotte nel 2017 e disponibili anche nel 2018: la Quota 41 per i precoci addetti a mansioni gravose, l' APE Sociale e l'APE Volontaria per andare prima in pensione, anzi l'APE Volontaria (o di mercato) entrerà a regime proprio dal prossimo anno in quanto ha subito notevoli ritardi. All'Anticipo Pensionistico possono accedere i lavoratori / le lavoratrici con età di almeno 63 anni e una pensione lorda futura di almeno 700 euro al mese: l'APE Social è accessibile a disoccupati, disabili, caregivers, addetti a mansioni gravose ed ha costi nulli o quasi, l'APE Volontaria è accessibile a tutte le categorie ma prevede una decurtazione della pensione futura fino a circa il 18% massimo. L'accesso alla Quota 41 per precoci è per le stesse categorie che hanno accesso all'APE Social, occorre avere ovviamente almeno 41 anni di contributi e avere almeno 12 mesi di contributi versati prima dei 19 anni di età. #Pensioni