Pubblicità
Pubblicità

Quando verranno pagate le #Pensioni 2018? Finalmente la risposta è arrivata, dopo la pubblicazione del calendario #Inps. La novità riguarda il giorno di erogazione, ovvero il primo del mese, ad eccezione delle festività. Non è difficile intuire che in questo caso, il pagamento slitta al giorno seguente. Vediamo nel dettaglio tutte le informazioni utili.

Pensioni, quando verranno pagate nel 2018? L'Inps informa

Nella giornata di oggi 3 gennaio 2018, sono state pagate le pensioni [VIDEO]. Il 'ritardo' di un giorno non deve preoccupare, in quanto si tratta di una eccezione dovuta alle festività. Come conferma l'Inps infatti, gli importi saranno liquidati il primo del mese a meno che la data non coincida con una festività.

Pubblicità

I mesi in cui ci saranno piccoli cambiamenti sono aprile (il 3 per l'esattezza, dopo la Santa Pasqua), il due Maggio (post festa dei lavoratori), il 2 luglio, il tre settembre e ancora il 2 di novembre. Per quanto riguarda dicembre 2018, le pensioni verranno liquidate regolarmente l'1 presso Poste Italiane e il 3 dagli Istituti di Credito. Eventuali variazioni saranno comunque comunicate dall'Ente di riferimento.

Che cosa dice l'Emendamento riguardo il pagamento delle pensioni 2018, il punto sui rimborsi

Stilata la lista dei giorni in cui saranno pagate le pensioni e le relative eccezioni, è bene dare un occhio al testo dell'emendamento. Nel testo ufficiale si conferma che il giorno stabilito per il pagamento delle pensioni [VIDEO], degli assegni di invalidità e dei vari indennizzi, così come i vitalizi, è fissato per il primo di ogni mese.

Pubblicità

Per quanto concerne invece gli importi delle pensioni, è utile rimarcare che ci potranno essere dei piccoli aumenti dovuti all'indicizzazione dei tassi di inflazione. Si tratta comunque di cifre irrisorie, parliamo di qualche euro. Essa però non sarà erogata in formula piena per gli assegni con importi più alti.

Altra notizia degna di nota riguarda i rimborsi per le rivalutazioni di due anni addietro, ai tempi più alte. A tal proposito l'Inps ha fornito dettagliate istruzioni per procedere. Gli euro di trattenuta verranno addebitati sui cedolini della pensione dei mesi di gennaio e di febbraio 2018. Nello specifico, sarà fatta un'unica trattenuta nel mese di gennaio qualora il rimborso ammonti ad una cifra che non superi i sei euro, mentre in caso contrario l'importo sarà equamente suddiviso in due trattenute fissate a gennaio e febbraio.