Erano giorni che cercava il suo fido compagno. Un cittadino di Trepuzzi che aveva smarrito il suo cane, un pastore tedesco, lo ha cercato ovunque, pensando che si fosse perso allontanandosi da casa, e aspettando invano il suo ritorno. Mai si sarebbe aspettato un epilogo così straziante.

L'animale ritrovato seviziato e ucciso

Il suo amico a quattro zampe infatti, è stato ritrovato morto in una campagna di Casalabate da un anziano che, passeggiando, ha notato la carcassa. L'uomo avvicinandosi al corpo dell'animale ha subito intuito che lo stesso fosse stato orribilmente seviziato: il pastore tedesco aveva la coda spezzata e aveva il muso fasciato da uno straccio nero, oltre ad altri segni di percosse. Ciò che non si sa è se le sevizie siano state inflitte prima della morte oppure solo a decesso avvenuto come in una specie di macabro rituale.

L'anziano ha immediatamente allertato la polizia che è risalita al padrone del cane, ovviamente sotto shock per la notizia del tragico epilogo. A Trepuzzi i residenti sono senza parole, nessuno riesce a dare un senso ad un gesto così vile. Dal sindaco Giuseppe Taurino, fino alle associazioni animaliste, tutti chiedono giustizia.

Raccolta fondi per istituire una taglia sul colpevole

Il fatto sta avendo una grossa eco sul territorio e sta lasciando attonito l'intero Salento. Sulla scia dello sdegno, l'assessore all'Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, ha deciso di mettere una taglia sul responsabile. Ha quindi lanciato una raccolta fondi per raccogliere la somma necessaria da retribuire a chiunque sia in grado di fornire informazioni sull'accaduto per risalire al killer del povero animale. "Un'iniziativa da Far West ma necessaria" ha spiegato l'assessore, aggiungendo che "come rappresentante del capoluogo chiedo alle forze dell'ordine di utilizzare tutte le risorse a disposizione per individuare il colpevole e di procedere con l'arresto immediato appena sarà rintracciato e alla magistratura di comminare una pena esemplare".

Il post dell'assessore #animali #Salento