Un terribile incendio nella notte di venerdì 17 marzo ha completamente distrutto il Lido balneare Buena Ventura che si trova sulla S.S. 16 Litoranea fra S. Cataldo e S. Foca, in provincia di Lecce. Uno scenario davvero impressionante si è presentato alle prime luci dell'alba agli occhi dei presenti, dopo una notte passata con i vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme sviluppatesi nel lido. L'incendio non ha risparmiato nulla, lasciando sul terreno distruzione e solo tanta cenere. Il rogo si è sviluppato intorno alle 3.10, la struttura in legno è andata letteralmente in fumo e le fiamme non hanno risparmiato nulla.

Le fiamme hanno distrutto interamente il lido

Solo il provvidenziale intervento dei Vigili del Fuoco di Lecce, giunti sul posto appena è stato lanciato l'allarme, ha impedito che lo stesso incendio si propagasse in altre direzioni, ma i danni sono comunque ingentissimi.

Pubblicità
Pubblicità

Al momento non sono state ancora accertate le cause che hanno scatenato l' incendio. Il sospetto degli investigatori ricade su un atto di natura dolosa.

Punto di riferimento per gli sport acquatici

Il Lido Buena Ventura è famoso lungo tutto il litorale adriatico ed è meta di sportivi appassionati di kitesurf, windsurf e della Vela. Il lido, inoltre, è rinomato anche per la pulizia del mare e per le attività di intrattenimento musicale. Si possono praticare anche jogging, sub pesca e tanti altri sport. La sua vicinanza all'Oasi delle Cesine, zona protetta del WWF, gli permette di essere uno dei posti più belli e naturali dell'intera regione pugliese.

Certo è che le vicissitudini che questo tratto di costa sta vivendo in questo periodo sembrano non finire mai. Tra le proteste dei no tap per l'inizio dei lavori del colossale gasdotto che, ricordiamo, approderà presso il lido di san Basilio qualche chilometro più a sud del Lido Buena Ventura, e le continue polemiche per la concessione di tratti di costa a privati per l'insediamento di nuovi lidi la nuova stagione è iniziata sotto cattivi auspici.

Pubblicità

#Salento #Cronaca