Alle ormai note affermazioni della scorsa estate, con tanto di critica (e conseguente polemica) nei confronti delle autorità e degli imprenditori locali, Flavio Briatore fa seguire i fatti. Otranto, una delle perle del #Salento si prepara a battezzare l’apertura del 'Twiga Beach Club', la nuova riserva destinata ai vip, così come voleva l'imprenditore piemontese. La scelta di Otranto non è casuale e si pone sulla scia delle aperture di locali dello stesso livello in Versilia, Montecarlo e Dubai. Il Salento rappresenta una fonte di investimento per molti imprenditori di fama mondiale che possono ricavare dei notevoli profitti grazie alle frequentazioni di sceicchi e facoltosi personaggi che ogni anno scelgono questo territorio di straordinaria bellezza.

Lusso sfrenato alle porte di Otranto

Il 'Twiga Beach Club' si trova vicino Grotta della Monaca, presso Cerra, alle porte di Otranto. Il faraonico progetto prevede 150 gazebo situati di fronte al meraviglioso mare che sarà accessibile solo con un passaggio privato.

Ci saranno ristoranti di importanti chef con cucina italiana e internazionale e, per intrattenere clienti a 'cinque stelle', è pronto un ricco programma di ospiti e artisti internazionali. Insomma per i fortunati che potranno permetterselo, al Twiga si prospetta un'estate da 'sogno', proprio il termine ricorrente anche nell'imitazione che il bravissimo comico Crozza fa di Flavio Briatore. 'I ricchi vogliono divertirsi' ha affermato l'imprenditore, è certo che al Twiga non avranno di che lamentarsi.

Nella società che ha partecipato al progetto ci sono alcuni nomi già noti alla cronache, tra cui Luigi De Santis, gestore della residenza 'Furnirussi' e figlio di Roberto, amico stretto di Massimo D’Alema. Proprio il parlamentare salentino è un frequentatore stabile di quel tratto di costa. Altri nomi noti hanno concorso alla realizzazione di questo progetto come Mimmo De Santis, presidente provinciale di Federalberghi e l’ingegnere Vincenzo Pozzi, ex presidente d i Anas. #Turismo