Adesso è ufficiale: l'Alessandria cambia allenatore. Vi avevamo anticipato in mattinata della possibilità di un cambio [VIDEO] sulla panchina dei piemontesi ed effettivamente poi è arrivata la conferma. La società piemontese ha spiegato con un comunicato stampa che il cambio in panchina è legato ai recenti risultati e ha ringraziato Braglia per la professionalità. Un cambio clamoroso per certi versi, poichè qualche settimana fa la squadra era proiettata verso la serie B, sola al primo posto in classifica nel girone A, dove è rimasta per quasi tutto il corso della stagione.

L'Alessandria sembrava avere la serie B in tasca, ma i recenti risultati negativi hanno complicato il cammino della squadra verso la promozione.

Pubblicità
Pubblicità

Basti pensare che nelle ultime 10 gare, la Cremonese, che era seconda in classifica, ha recuperato ben 10 punti sulla squadra piemontese. Un recupero che ha permesso alla Cremonese si agguantare il primo posto proprio nello scorso turno. Adesso l'Alessandria è seconda e con il nuovo allenatore deve cercare di rialzarsi immediatamente. Si deve tornare a vincere subito, sperando in un passo falso della Cremonese prima in classifica.

Deciso il nuovo allenatore

Secondo quanto riportato in esclusiva dal sito alfredopedulla.com , l'Alessandria ha già individuato il nuovo mister: si tratta di un nome conosciuto nel calcio italiano, Bepi Pillon. Si parla di un accordo breve: fino alla fine del campionato, compresi gli eventuali play off [VIDEO]. Potrebbe esserci l'opzione del rinnovo in caso di promozione.

Pubblicità

L'Alessandria, infatti, se dovesse arrivare al secondo posto, avrebbe l'accesso ai play off, dove affronterà altre squadre di gran livello: da Lecce a Parma, da Livorno ad Arezzo.

La situazione negli altri gironi

Mentre scriviamo, si sta giocando negli altri gironi di #Lega Pro (il girone A ha già giocato in settimana). Stando alla situazione in classifica, prima delle gare, e non considerando risultati parziali (le gare sono iniziate da pochi minuti), si attendono le vittorie del Venezia e del Foggia contro la Reggina, ma anche una reazione del Catania, che rischia di non accedere neanche ai play off e oggo affronta il Cosenza. Il Foggia vincendo (se il Lecce dovesse perdere), potrebbe festeggiare già la promozione in serie B. Anche il Venezia potrebbe già festeggiare la promozione: basterebbe un pareggio contro il Fano, penultimo in classifica per vincere il campionato. #esonero #Lega Pro girone c