Pubblicità
Pubblicità

Il nuovo allenatore del #Lecce sarà Fabio #Liverani, un mister che certamente ha meno esperienza degli altri nomi che sono vociferati nei giorni scorsi (Toscano, che è stato intervistato da noi in esclusiva [VIDEO], De Zerbi, Stellone su tutti), ma che di certo è molto intrigante. Liverani durante lo scorso campionato di Serie B riuscì nell'impresa di salvare la Ternana, una squadra che prima di lui era in seria difficoltà e veniva da 5 sconfitte consecutive. Liverani apportò delle modifiche tattiche, non eclatanti, ma sostanziali che fecero nettamente cambiare il modo di giocare dei rossoverdi.

Prendendo esempio dall'esperienza alla Ternana, possiamo ipotizzare come il Lecce possa giocare con Liverani in panchina.

Pubblicità

Il modulo potrebbe essere 4-2-3-1 oppure il 4-3-2-1. Al momento appare più probabile il primo e questo soprattutto anche perchè ieri, durante la gare contro il Rende c'è stato un cambio tattico che è sembrato proprio voluto dal nuovo mister. Sarà un caso che nel secondo tempo della gara contro il Rende [VIDEO], i giallorossi si siano schierati in campo proprio con il 4-2-3-1? Si tratterebbe di una modifica che permetterebbe di avere maggiore accortezza difensiva, che al Lecce in questo periodo non guasta (5 reti subite in 3 gare e soltanto una gara finita con la porta inviolata) e di sfruttare in fase offensiva le qualità di Mancosu, un centrocampista che sembra "sprecato" da interno di centrocampo, poichè ha spiccate qualità offensive e alla Casertana in passato giocava anche nel tridente d'attacco.

Pubblicità

Non è un caso che il Lecce nel secondo tempo abbia creato di più e abbia giocato meglio, senza dubbio, rispetto alla prima frazione di gara.

Come sarà il nuovo Lecce?

Ipotizzando che il Lecce si schieri davvero con il 4-2-3-1, vanno inseriti in questo modulo, due calciatori (che nelle ultime gare sono stati assenti o hanno giocato poco) del calibro di Costa Ferreira e Di Piazza. Il Lecce di Liverani potrebbe schierarsi così:

Lecce (4-2-3-1):

  • Perucchini
  • Di Matteo
  • Drudi (Marino)
  • Cosenza
  • Lepore (Ciancio)
  • Costa Ferreira
  • Armellino
  • Pacilli (Di Piazza)
  • Mancosu
  • Torromino
  • Caturano

In questo modo, fermo restando che poco cambierà in difesa, Costa Ferreira e Armellino agirebbero da mediani, con Mancosu trequartista centrale seguito ai lati da due tra Torromino, Pacilli e Di Piazza (eventualmente anche Lepore, che si può adattare). In attacco, confermato Caturano, anche se quel ruolo può essere coperto anche da Di Piazza e un Caturano così sottotono (ieri altra prova insufficiente) potrebbe anche perdere momentaneamente il posto da titolare. #Serie C