La vita è una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che i capita. Recitava così il famoso film di Forrest Gump e al Salon du Chocolat, non si può davvero sapere che cioccolatino ti troverai ad assaggiare! Cioccolato, cioccolato ovunque al MiCo a Milano, persino sui vestiti! E no, non è una macchia, ma sono i bellissimi abiti realizzati da 12 stilisti internazionali, studenti della NABA - Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, in collaborazione con l'Accademia Maestri Pasticceri italiani. Sul palco dell'opening night anche Ernst #knam e Davide Comaschi con le loro bellissime realizzazioni. La manifestazione resterà in tavola fino a domenica 13.

Pubblicità
Pubblicità

Sold out all'inaugurazione del Salon du Chocolat

Giovedì 9 il Salon du #chocolat ha aperto le due porte a quasi cinquemila persone accorse per vedere cioccolato di ogni tipo e forma. All'evento, infatti, il cioccolato non solo è il totale protagonista dei tavoli, ma anche di vestiti e statue. Appena aperte le porte si viene accolti da Il Bacio di Auguste Rodine, totalmente rivisitato e realizzato, in esclusiva per la manifestazione, con materiali decisamente più dolci da Ernst Knam, il re del cioccolato.

La Chocolate Gallery ha aperto la serata col Chocolate Fashion Show realizzato grazie alla NABA e all'Accademia di Maestri Pasticceri italiani col supporto del vincitore del World Chocolate Master Davide Comaschi e di Nicoletta Morozzi Fashion Leader dell'area Fashion Design di NABA.

Pubblicità

L'ultimo a sfilare il bellissimo vestito da sposa firmato, e accompagnato, da Ernst Knam e da una torta nuziale di cinque piani che riprende le meravigliose decorazioni dell'abito.

Tra i diversi tipi di cioccolati che si possono acquistare spicca senza dubbio il Cuore di San Valentino realizzato da Davide Comaschi per LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori).

Anche i numeri hanno la loro dolcezza

Quanto cioccolato ci sarà negli ottantamila metri quadrati occupati dal Salon du Chocolat Milano? Quel che è certo è che la Costa D'Avorio, la più grande produttrice di cacao, nel 2015 ne ha contate 1.700.000 tonnellate, e 8.350.000 tonnellate per il Ghana. Questi due paesi da soli rappresentano il 58% del mercato mondiale del cioccolato. Le tavolette agli aromi provenienti da Venezuela, Ecuador, Colombia e Perù, invece, rappresentano il 7%. La Cina ha scoperto il cioccolato da pochi anni ma, secondo Euromonitor, entro il 2020 diventerà il secondo mercato del cioccolato. #sanvalentino