Si è svolta nei giorni scorsi #Cartoomics 2017, la fiera annuale del fumetto che si tiene al polo fieristico di Rho (in provincia di Milano, nel padiglione 16 e 20 in un'area totale di 30mila metri quadrati) per tutti gli appassionati del genere. Chi scrive l'ha visitata il 4 marzo ed è rimasto piacevolmente colpito.

Quest'anno è stato raggiunto il record delle 80 mila partecipazioni, con numerosi ragazzi vestiti da cosplay e tante famiglie attratte dalle novità proposte in questo evento. Ma il Cartoomics non era solo fumetti, anzi: il visitatore poteva vedere nuovi giochi di carte e da tavolo simulando partite nell'area Games, dove ho assistito a partite di 'Ta-Pum' (game sulla Seconda Guerra Mondiale).

Cosa potevamo trovare al Cartoomics?

Pensate sia finita? Assolutamente no: incontri di wrestling, tornei online di vari giochi (Fifa 17 e tantissimi altri) e per gli amanti della saga Resident Evil (di cui è uscito poche settimane fa il settimo capitolo per Playstation 4) era presente la 'Umbrella Italian Division', con lo scopo di riunire tutti i fan del noto game e film thriller con animazioni e costumi più che realistici (specialmente gli zombie!). Novità del mondo del cinema, della fantascienza e del mondo dei fantasy.

Tantissimi sono stati anche gli ospiti internazionali, con un tributo doveroso ai 40 anni della celebre saga di 'Star Wars' (era presente tra l'altro l'attore Stephen Calcutt, che ha lavorato appunto nella trilogia di George Lucas, ma anche nella celebre serie Tv 'Doctor Who'). Vi era anche un numero elevatissimo di stand di diversi editori e fumetterie da tutta Italia, che proponevano le novità del settore e pezzi storici da collezione (da diversi manga giapponesi a uno spazio dedicato all'intramontabile 'Topolino'). Al Cartoomics è stato possibile trovare anche aree dedicate all'Oriente, dai vestiti da geisha alle famose lame nipponiche: una manifestazione dedicata a games, film e fumetti a 360 gradi, organizzata in modo perfetto dallo staff dell'evento. #Cartoomics 2017 #fiera milano