Gli ultimi giorni del mese di marzo saranno interessati da numerosi scioperi nel settore dei trasporti. Il calendario pubblicato dal Ministero riporta tutte le date a rischio, nonché le città coinvolte dalle agitazioni sindacali. Dopo lo #sciopero generale dello scorso 8 marzo, che ha coinvolto i lavoratori in ambito pubblico e privato di tutta Italia, avremo tre giorni di disagi a #Milano. Il capoluogo lombardo vedrà andare in scena le proteste dei dipendenti di ATM in settimana. Di seguito vi riporteremo tutti i particolari relativi, con le ultime notizie sullo sciopero di Trenord.

Milano: stop di metropolitana, bus e tram in città

La data da cerchiare in rosso sul calendario è quella di venerdì 24 marzo. Il personale di ATM incrocerà le braccia per 4 ore, ma non sono ancora state annunciate le fasce. I #mezzi pubblici in superficie e la metropolitana saranno dunque a rischio. Lo sciopero è stato indetto dal Sindacato Operai in Lotta (SOL-COBAS) e coinvolgerà tutti i dipendenti dell’azienda milanese. Nei giorni di martedì 21 e mercoledì 22 marzo, ci sarebbe dovuta essere l’agitazione del personale di Trenord, che avrebbe messo a rischio i treni su tutto il territorio comunale e nel resto della Lombardia. In realtà, la protesta è stata revocata, per cui il servizio sarà regolare.

I cittadini, però, non potranno tirare un sospiro di sollievo, perché per uno sciopero cancellato ce n’è già uno nuovo proclamato. Le principali sigle dei sindacati, dopo il fallimento del tentativo di conciliazione da parte della prefettura, hanno indetto un’agitazione per mercoledì 5 aprile. Altre 4 ore di stop per ATM, perché i lavoratori protestano contro l’amministrazione comunale e la delibera relativa alla futura gara di affidamento del TPL, che porterà ad uno spezzettamento del sistema di mobilità. Oltre ad incrociare le braccia, tutti i dipendenti effettueranno un presidio dinanzi a Palazzo Marino nel corso dei prossimi giorni. Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere aggiornamenti sulla questione e altre news sugli scioperi dei trasporti nel resto d’Italia, cliccando sul tasto in alto.