Una bimba di 4 anni che stava attraversando la strada assieme alla nonna, a Milano, è stata travolta da uno scooter. E' accaduto lo scorso 7 aprile 2017 in via Imbonati. Il pirata della strada non si è fermato e non ha prestato soccorsi, dandosi alla fuga ad alta velocità. Nel giro di poche ore, però, le forze dell'ordine l'hanno individuato e denunciato. Si tratta di un 65enne che, tra l'altro, guidava senza patente. Il veicolo, inoltre, non era assicurato. E' scattata immediatamente la denuncia. Al sessantenne sono state contestate 7 infrazioni del codice della strada. La piccola, fortunatamente, ha riportato lievi ferite ed ora sta bene..

Pubblicità

Pubblicità

Al pirata della strada era stata revocata la patente

E' un italiano di 65 anni l'uomo che, due giorni fa, a Milano, ha travolto col suo scooter una bambina di 4 anni che attraversava la strada con sua nonna. La piccola sta bene ma è indubbio che il comportamento del centauro sia stato biasimevole. Questo, dopo l'impatto, non si era fermato a prestare soccorso, anzi aveva continuato la sua corsa, come se nulla fosse. Sul posto sono arrivati subito gli operatori sanitari e gli agenti della Polizia locali. Nell'arco di qualche ora, i poliziotti sono riusciti ad identificare il pirata della strada: fondamentali le testimonianze di alcune persone che hanno assistito alla scena e i video ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. I poliziotti hanno scoperto che l'uomo alla guida del motociclo era senza patente perché gli era stata revocata. Lo scooter, che era privo della copertura assicurativa, è stato sequestrato. Ora, l'imprenditore 65enne dovrà vedersela con la legge: gli sono state contestate ben 7 violazioni del codice della strada, tra cui omissione di soccorso..

Pubblicità

Bisogna prestare soccorso alle vittime degli incidenti

Antonio Barbato, comandante della Polizia locale meneghina, ha affermato che è stato semplice risalire al pirata della strada grazie alle capillari indagini degli agenti e alle testimonianze di chi ha assistito alla scena. Barbato ha ricordato che la maggior parte degli automobilisti e motociclisti, quando provoca un incidente, non si ferma a prestare assistenza. Tale atteggiamento, per il comandante, è erroneo perché da un lato mette in pericolo la vita delle persone investite; dall'altro rappresenta una violazione del codice della strada. La piccola investita, venerdì scorso, era stata trasportata subito all'ospedale, in codice verde. L'incidente era avvenuto in serata, davanti a tante persone. #Cronaca Milano