La mostra si terrà presso Palazzo Reale dal 17 ottobre 2017 al 18 Febbraio 2018. Gli orari d'ingresso sono: Lunedì dalle 14.30 alle 19.30 - Martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30 - Giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30. Il costo del biglietto intero è di 12,00 euro, il costo del biglietto ridotto è di 10,00 euro.

La mostra

La grande mostra monografica #Toulouse-Lautrec - Il mondo fuggevole, a cura di Danièle Devynck (direttrice del Museo Toulouse-Lautrec di Albi) e Claudia Zevi, vuole attraversare l'intero percorso artistico grazie ad un'esposizione che condurrà il visitatore nelle diverse aree tematiche.

Pubblicità
Pubblicità

La mostra esporrà oltre 250 opere tra cui 35 dipinti e la serie completa di 22 manifesti realizzati dall'artista. La opere provengono dal Musée Toulouse-Lautrec di Albi e da importanti collezioni internazionali e musei come la Tate Modern di Londra e La National Gallery of Art di Washington. Sempre a Palazzo Reale potrete visitare la mostra sul Caravaggio.

L'artista

Nonostante le sue origini aristocratiche Henri-Marie-Raymond de Toulouse-Lautrec è testimone della Parigi dei bassifondi e delle case chiuse, infatti, questo eccentrico artista, mostra nelle sue opere una natura tormentata tipica di chi, come lui, ha deciso di passare la vita tra le case di piacere e l'alcool, saranno questi i temi che ispireranno la sua arte e che metteranno a nudo gli aspetti meno noti e più torbidi di questa città frenetica e vivace.

Pubblicità

Nella sua arte non traspare un mondo prestigioso e nobile, Henri non condivideva le ideologie o lo stile di vita borghese e rifiutava quindi qualsiasi norma o convenzione, nella sua arte si scorge questo provocatorio realismo che diventa un suo tratto distintivo.

Questo artista maledetto preferiva ritrarre il popolo della notte e il mondo delle maisons closes che furono per lui una vera e propria ossessione tematica ricorrente nelle sue produzioni artistiche. L'artista sentendosi estraneo all'ipocrisia della società decise di raffigurare il mondo in modo disincantato, come fece dipingendo una scena in un bordello, riuscì a mostrare la totale assenza di ostentazione e la grande dignità di una casa chiusa. L'artista non aderì mai in modo completo ad una corrente artistica, preferì creare una forma innovativa di realismo che si basava sui colori e sul movimento. La sua arte spazia dai dipinti alle incisioni e possiamo ritrovare le sue opere anche sui manifesti pubblicitari. #palazzoreale