Plafond Casa, il piano per l'erogazione di mutui a tasso agevolato, è ufficialmente partito: sono venti le banche che aderiscono a questa particolare iniziativa, promossa grazie alla più ampia convenzione Abi-Cdp che consentirà l'accesso ad un fondo che ammonta a circa due miliardi di euro.


Banche aderenti al progetto Plafond Casa 



Ecco, in riassunto, l'elenco degli Istituti di Credito aderenti che avranno a disposizione 150 milioni di euro ciascuna per l'erogazione dei mutui a tasso agevolato:


  • Banca Agricola Popolare di Ragusa 
  • Banca Carige Banca
  • Monte dei Paschi di Siena
  • Banca Popolare dell’Emilia-Romagna
  • Banca Popolare di Sondrio
  • Banca Popolare di Vicenza
  • Banca Sella
  • Banco di Credito P. Azzoaglio
  • Banco di Credito Popolare,
  • Banco Popolare
  • Binter- Banca Interregionale
  • Bnl-Bnp Paribas
  • Cariparma - Crédit Agricole
  • Cassa di risparmio di Ravenna
  • Credito Valtellinese
  • Extrabanca
  • IntesaSanpaolo
  • Iccrea Banca
  • Ubibanca
  • Unicredit


Chi può chiedere l'adesione a Plafond Casa?

Ecco chi può richiedere il mutuo a tasso agevolato:
  • le giovani coppie, anche non sposate;
  • le famiglie numerose o con un componente disabile.


I requisiti necessari per le giovani coppie sono essenzialmente due:
1) aver composto il nucleo familiare da almeno 2 anni (sarà sufficiente un’autocertificazione per comprovarlo);
2) avere un’età non superiore ai 35 anni per uno dei componenti la coppia e ai 40 anni per l’altro componente.


Per ciò che concerne le famiglie, per essere definite numerose, devono comprendere nel loro nucleo almeno tre figli. Nel caso della presenza di un soggetto disabile, la sua invalidità fisica, psichica o sensoriale, deve rispettare i criteri definiti dalla legge 5 febbraio 1992 n. 194.
#mutui agevolati #mutuo casa #erogazione mutui