Il governo Letta nel decreto Imu-BankItalia ha approvato il Plafond casa 2014, il fondo realizzato grazie all'accordo tra Cassa Depositi e Prestiti e #abi per consentire l'accesso ai mutui per acquisto prima casa e per ristrutturazioni edilizie con risparmio energetico a tassi dì interessi agevolati alle famiglie numerose con un soggetto disabile e alle giovani coppie in difficoltà economica.

Il fondo attivo dal 7 gennaio 2014, prevede la possibilità di finanziamenti fino a 250 mila euro per l'acquisto della prima casa esclusivamente a uso abitativo; di seguito ecco alcune banche che hanno aderito all'iniziativa: UniCredit, UbiBanca, MPS, Banco Popolare, Banco di Credito Popolare, Bnl-Bnp Paribis, Carige, Cariparma, Banco di Credito, Banco Popolare dell'Emilia Romagna, Banca Popolare di Sondrio, Banca Popolare di Vicenza, Cassa di Risparmio di Ravenna, Banca Popolare di Vicenza.

Pubblicità
Pubblicità

La CDP ha stanziato circa 2 miliardi distribuiti con un limite di 150 milioni di euro per ogni banca che ha aderito all'iniziativa Il nuovo strumento finanziario ha come obiettivo quello di consentire l'accesso al credito a tutti i cittadini italiani, anche se sarà data la priorità alle famiglie numerose con soggetti disabili, e alle giovani coppie under 35 che desiderano acquistare la prima casa ad uso abitativo o ristrutturare il proprio immobile con risparmio energetico.

Il fondo prevede tre tipi di erogazione dei mutui casa, ossia finanziamenti fino a 250 mila euro per l'acquisto della prima casa, 100 mila euro per interventi di ristrutturazione e risparmio energetico, e 300 mila euro per i mutui che prevedono l'acquisto della prima casa e la ristrutturazione e ammodernamento energetico dell'immobile; i mutui avranno piani di ammortamento della durata di 10, 20 0 30 anni, a seconda delle esigenze individuali, gli interessati per ottenere informazioni dettagliate e personalizzate possono collegarsi sul sito online della Cassa Depositi e Prestiti.

Pubblicità

#mutuo casa #erogazione mutui