Confrontare quale tra gli innumerevoli mutui proposti sia il più vantaggioso non è facile: oggi il confronto sarà posto tra il mutuo a tasso fisso offerto dalla Banca Intesa San Paolo ed il mutuo a tasso fisso proposto dalla Banca Popolare di Milano.

Il mutuo del gruppo Intesa-San Paolo

Il mutuo offerto dalla Banca Intesa San Paolo a tasso fisso ha un rimborso a scadenza mensile per tutta la sua durata. Questo mutuo, definito piano base, è accessibile anche per i lavoratori atipici, coloro i quali non hanno un contratto a tempo indeterminato, purché non superino i 35 anni d'età. La durata del mutuo si articola per un periodo che ha una durata posta tra i seguenti intervalli di tempo: 6 anni, 10 anni, 15 anni, 20 anni, 25 anni e 30 anni.

Pubblicità
Pubblicità

Chi decide di avvalersi della facoltà d accedere a questa tipologia di mutuo, offerto dal gruppo Intesa-San Paolo, potrà quindi sceglier quale tra questi opzioni è più confacente alla sue necessità. Inoltre per i clienti che hanno un'età inferiore ai 35 anni, è possibile estendere la durata del mutuo fino a 35 o 40 anni. Se si acquista un immobile che rientra della definizione di prima casa, il valore del mutuo è pari al 95% del valore della casa stessa, a patto che il medesimo non superi i 300 mila euro. Tale valore verrà finanziato al 100% solo se il cliente non ha superato i 35 anni d'età. Verrà finanziato invece solo l'80% del valore dell'immobile nelle seguenti situazioni: in caso di acquisto, acquisto più ristrutturazione, costruzione e ristrutturazione senza alcun limite di importo.

Pubblicità

All'interno del Piano Base esiste la modalità di sospensione delle rate: quest'ultimo è disponibile dopo il pagamento regolare della prime 24, per un limite massimo di 6 rate, per 3 volte, all'interno di tutta la durata del mutuo.

Il mutuo offerto dalla BPM

La Banca Popolare di Milano offre anch'essa un mutuo a tasso fisso: questo ha un importo che non deve superare l'80% del valore dell'immobile per il quale lo si richiede. In taluni casi, la banca si riserva di concedere solo il 50% del valore dell'immobile. La durata del mutuo varia tra un minimo di mesi 61 ed un massimo di mesi 360. Il tasso fisso è del 6,441% annuo e le spese di istruttoria pratica sono attorno al 0,95% del capitale richiesto: si dovrà quindi corrispondere un pagamento minimo di 500 euro ed un massimo di 1.500 euro. Al fine di ottenere il mutuo è necessaria la produzione di una perizia redatta da un tecnico abilitato, la spesa del quale è posta a carica del mutuato. Le rate possono essere saldate con cadenza mensile, trimestrale o semestrale; se il contratto ha stipula secondo atto unilaterale, l'unica modalità di rimborso concessa sarà quella mensile. #tasso mutui #erogazione mutui