I tassi di interesse sui nuovi mutui, molto bassi, nel corso del 2015 hanno spinto in alto l'acquisto di abitazioni. In particolare, la crescita delle abitazioni acquistate con un mutuo ipotecario è stata del 20% circa nel 2015 a fronte del 57% di queste compravendite che sono state perfezionate nelle regioni dell’Italia settentrionale. Questo è quanto emerso, tra l'altro, dall'ultima nota trimestrale dell'Omi, l'Osservatorio sul mercato immobiliare dell'#agenzia delle entrate. Nel dettaglio, in termini numerici, le compravendite di abitazioni assistite da mutui ipotecari sono state complessivamente circa 190 mila con un incremento pari ad oltre 30 mila unità rispetto al 2014.

Pubblicità
Pubblicità

In merito all'analisi proposta dall'Omi, l'Agenzia delle Entrate ha precisato che i dati forniti sui mutui non includono le soluzioni di rifinanziamento, ovverosia le surroghe, e nemmeno altre forme di finanziamento per l'acquisto della casa che non prevedono l'iscrizione ipotecaria. Per quel che riguarda il costo del denaro per l'acquisto di abitazioni con i mutui, questo nel 2015 si è attestato ad una media del 2,75% con un ribasso pari a 0,65 punti percentuali rispetto al tasso medio del 3,40% rilevato nel 2014. In prevalenza ad approfittare dei tassi di interesse bassi, per sottoscrivere un mutuo, sono state le persone fisiche a fronte comunque di rate mensili che, anno su anno, sono diventate più leggere. In particolare, se nel 2014 la rata media iniziale per un mutuo ipotecario era di 630 euro, l'anno scorso è scesa a 590 euro con una contrazione in controvalore del 6,2% peraltro in linea con una tendenza che dura oramai da diversi anni. 

Stabile anno su anno è invece la durata media dei mutui stipulati, pari a 22 anni e mezzo, e lo stesso dicasi per il capitale medio erogato, per ogni singola operazione di finanziamento ipotecario, che nel 2015 si è attestato a 119 mila euro.

Pubblicità

Per un totale di circa 190 mila mutui ipotecari nel 2015, il capitale complessivo erogato si è attestato a 23 miliardi di euro circa con un incremento anno su anno prossimo al 20%. #tasso mutui #erogazione mutui