Quando si decide di acquistare la #prima casa sono vari gli interrogativi che sorgono; il budget, il luogo, villetta, appartamento e vicinanza dei servizi. Insomma, la prima casa è un passo importante e, come tale suscita emozioni, paure e molte domande. Una di queste domande è la formula attraverso la quale si intende acquistare e perché no? Anche ottenere qualche vantaggio fiscale. Quindi, accendere un #mutuo o un contratto di #leasing? La prima casa acquistata in leasing piace soprattutto alle donne e agli under 35 per la semplicità dei numeri e per una serie di spese ridotte e vantaggi fiscali che un contratto di mutuo tradizionale con concede.

Pubblicità
Pubblicità

Mutuo o Leasing

Secondo un recente studio dell'associazione del settore leasing, Assilea, il contratto di leasing batte i mutui soprattutto nella fascia under 35 che possiede un reddito fino a 55mila euro. Proprio i due parametri dove si concentrano i maggiori vantaggi fiscali. La sostanziale differenza risiede nel fatto che nel caso del mutuo, una banca o finanziaria concedono il prestito in denaro per l'acquisto del bene immobile. Nel caso del leasing invece, la banca o finanziaria si impegnano all'acquisto o alla costruzione del bene da concedere all'acquirente. E' per quanto riguarda la restituzione della somma di denaro o il pagamento del bene, che sorgono dubbi all'ora di stipulare il contratto secondo una formula o l'altra. Vediamo.

Le formule a confronto

Un esempio elaborato dal ministero dell'Economia mette a confronto entrambe le formule.

Pubblicità

Una prima casa di 150mila euro concessa a un under 35 con un reddito annuo di 32,5mila euro, al 2,9% di interessi annui e a pagare in vent'anni. Premesso che nei due casi l'anticipo ammonta al 20% del valore dell'immobile, cioè 30mila euro, la rata del mutuo verrebbe 660 euro, mentre il canone del leasing 592 euro. Attenzione: il leasing prevede il riscatto del bene che equivale al 15% del valore, cioè 22,5mila euro. Ora, tirate le somme complessivamente, il mutuo arriverebbe a 188,4mila euro compreso di istruttoria pari a 2.250 euro, e il leasing a 197,7mila euro che comprende anche esso una apertura pari a 3.150 euro. Però le detrazioni fiscali sono nettamente a favore del leasing, 31mila euro contro i 7,3mila del mutuo. Ricapitolando, in soldoni veri, la stessa prima casa in leasing costerebbe 166mila euro e col mutuo 183mila. A voi la scelta, e non dimenticate mai la calcolatrice.