L'Istituto Tecnico Industriale Statale "Luigi Galvani" protagonista per la presentazione del progetto: "Lo Spazio: L'Ingegneria e la Ricerca a Servizio della Scuola; dalla costruzione dei velivoli di aviazione Civili al viaggio su #Marte". Un importante messaggio culturale arriva da #giugliano in Campania, uno dei Comuni interessati dall'area della "terra dei fuochi", ma anche uno dei tanti, dell'hinterland napoletano, di cui spesso sentiamo parlare sui media per la criminalità.

Il 18 Febbraio, il mondo #aerospaziale atterra presso l'ITIS "Galvani" di Giugliano per presentare un progetto educational, patrocinato delle Associazioni AIAN (Associazione degli Ingegneri Aeronautici ed Aerospaziali) e AIDAA (Associazione Italiana di Aeronautica e Astronautica), nonchè dal Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II".

Per il secondo anno consecutivo, il dirigente scolastico Prof.

Pubblicità
Pubblicità

Giuseppe Pezza, ha voluto farsi promotore di questo importante progetto culturale di divulgazione sul mondo dell'aerospazio per motivare, entusiasmare ed incuriosire gli allievi su un settore particolarmente florido nella nostra Regione, che ospita molte delle importanti realtà nazionali ed internazionali, nonchè numerose Aziende occupate per l'indotto. Un momento di approfondimento importante per gli allievo, soprattutto in previsione di un possibile sbocco professionale dopo il conseguimento del diploma.

Il progetto dal titolo: "Lo Spazio: L'Ingegneria e la Ricerca a Servizio della Scuola; dalla costruzione dei velivoli di aviazione Civili al viaggio su Marte", si articolerà in diversi momenti formativi: l'orientamento agli studi universitari per gli studenti che conseguiranno il diploma al termine dell'anno scolastico, il collocamento lavorativo in funzione delle competenze acquisite, l'illustrazione dei progressi scientifici e tecnologici e la time-line evolutiva delle ricerche legate al comparto aerospaziale e che nei prossimi anni porterà l'uomo a colonizzare il pianeta Marte.

Pubblicità

Verranno, inoltre, fornite le basi per la realizzazone di un velivolo dai cenni storici sulla teoria del volo a elementi di aerodinamica, propulsione, strutture aerospaziali e meccanica orbitale.

Ci sarà, infine, un'interessante presentazione sull'esplorazione di Marte, tenuta da Francesca Esposito, eminente astrofisica italiana e ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) presso l'Osservatorio Astronomico di Capodimonte.

Interveranno ai lavori:

  • Prof. Giuseppe Pezza (Dirigente Scolastico)
  • Prof. Vincenzo Saviano (Coordinatore dei docenti)
  • Ing. Adelchi Maria Rendola (Ideatore del progetto)
  • Ing. Luigi Lauro (Ing. Aerospaziale)
  • Ing. Alessandra Schiavone (Ing. Aerospaziale)
  • Prof. Sergio De Rosa (docente di Costruzioni Spaziali presso l’Univeristà di Napoli Federico II)