Non bisogna mai essere precipitosi quando si trova qualcosa per strada e, specialmente, occorre non raccogliere subito oggetti strani e potenzialmente pericolosi. Un fisioterapista napoletano, probabilmente, non raccoglierà più niente dopo la disavventura che gli è capitata nei pressi della Galleria Umberto I. L'uomo stava camminando con un amico quando ha notato una penna per terra e l'ha raccolta. Il gesto gli è costato caro, perché dall'oggetto è partito un colpo. Si trattava di una penna pistola. Adesso il fisioterapista è in gravi condizioni all'ospedale. A parlare dell'accaduto, nelle ultime ore, è stato l'amico del ferito..

Pubblicità

Pubblicità

Polmone perforato dal proiettile

Un uomo di Napoli lotta tra la vita e la morte in ospedale a causa di un oggetto apparentemente innocuo ma, in realtà molto pericoloso: una penna pistola. Il fisioterapista scendeva le scale nelle vicinanze della Galleria Umberto I quando è rimasto incuriosito da quella penna. L'ha raccolta ed è subito partito un colpo. L'amico è rimasto sconcertato. Sul posto sono arrivati gli operatori del 118, che hanno trasportato il ferito all'ospedale Loreto Mare. Sembra che dalla penna modificata sia partito un proiettile calibro 22 che si è conficcato nel petto dell'ausiliario sanitario. La vittima dell'incidente e l'amico si stavano recando a mangiare una pizza con altri amici. Doveva essere una serata di gioia e serenità, invece si è trasformata in tragedia. Secondo le ultime informazioni, il colpo sarebbe entrato nel polmone del fisioterapista che, nelle prossime ore, verrà sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

Pubblicità

Non si sa, precisamente, quando l'uomo verrà operato.

Cento metri a piedi, poi si è accasciato

Non avrebbe mai dovuto raccogliere quella penna. Il fisioterapista, dopo essersi ritrovato un proiettile nel petto, ha percorso a piedi circa cento metri, poi è crollato. Sul posto sono arrivati immediatamente i poliziotti e gli operatori sanitari. L'amico che ha assistito alla scena è un medico. Intanto gli uomini della Questura napoletana stanno esaminando i filmati contenuti nelle telecamere di videosorveglianza per ricostruire l'esatta dinamica dell'episodio e cercare di scoprire chi ha lasciato in quel posto quell'oggetto pericoloso. #Cronaca Napoli