Audi è una casa automobilistica tedesca fondata nel 1909 da August Horch. Originariamente il nome dell'azienda era proprio Horch, dal cognome del fondatore. Ma precedentemente, August aveva già fondato una ditta omonima dalla quale fu estromesso gradatamente dal consiglio di amministrazione fino ad andarsene. Poiché il marchio era dunque già registrato, Horch fu costretto a cambiare nome alla seconda azienda da lui fondata e così nacque la Audi: il nome deriva dal fatto che "horch" in tedesco significa "ascoltare", che a sua volta in latino diventa "audire" (un suo collega aveva un figlio che era un ottimo studente in latino e ispirò all'imprenditore tedesco il nuovo nome per la sua azienda).

La prima automobile ad essere costruita risale al 1910 e si chiama Tipo A. Il successo fu immediato, grazie soprattutto alla qualità complessiva e alla notevole solidità delle vetture; non ultima anche la popolarità del cognome Horch. Dalla Tipo A alla sua quinta evoluzione trascorrono appena 5 anni. La Prima Guerra Mondiale non arresta la rincorsa del marchio in una continua ricerca di evoluzione. Nel 1932 le quattro case automobilistiche maggiori della Sassonia, ossia Audi, Horch, DKW e Wanderer danno origine all'Auto Union, dopo che ciascuna azienda, per tutta una serie di concause (prodotti poco fortunati, crisi economica globale) stava per fallire. Ogni marchio non vuole smarrire la propria impronta stilistica e tecnica, ma deve per forza di cose adattarsi ad inevitabili compromessi. L'Audi è quindi costretta a riabbracciare la trazione posteriore, dopo modelli come la Front UW220, a trazione anteriore.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, con la Germania distrutta e occupata militarmente dagli alleati, l'azienda attraversa un periodo scuro per la sua storia, a causa del fatto che tutte le aziende residenti nell'area sovietica furono espropriate e nazionalizzate. Molti capannoni furono smantellati e le attrezzature ed i macchinari furono portati via. Nel 1958 l'Auto Unione fu rilevata prima Daimler-Benz, detentrice del marchio Mercedes, che a sua volta nel 1964 cominciò a cederla alla Volkswagen, interessata ai modelli Auto Union in quanto proprietaria del marchio di lusso Audi. Quest'ultima era tra le preferenze di Volkswagen e nel 1965 il marchio venne riproposto sul mercato.

Oggi la produzione si concentra soprattutto su berline e SUV classe premium, come la A4, la A6, la Q5 e la Q7, senza contare tutte le varianti intermedie per questi modelli. Il logo, i quattro anelli, rappresentano le quattro storiche aziende che facevano parte della Auto Union.

Immagine di Mike Poresky, da Flickr.