La Camera dei Deputati, che ha sede a Roma a Palazzo Montecitorio, è una delle due assemblee elettive che compongono il Parlamento italiano. L'altra assemblea rappresentativa della sovranità popolare - così come stabilisce oggi la Costituzione comunque in corso di modifica - è quella del Senato della Repubblica che invece ha sede a Palazzo Madama.

La Camera e il Senato oggi hanno poteri uguali e svolgono gli stessi compiti e poteri in una condizione di cosiddetto "bicameralismo perfetto" che la nuova riforma costituzionale punta a superare. La Camera, attualmente presieduta da Laura Boldrini, svolge il compito di approvare le leggi su materie di interesse pubblico nonché di indirizzare e controllare l'attività dell'esecutivo. Le proposte di legge approvate dall'aula della Camera devono comunque essere confermate con un nuovo voto dall'aula del Senato.

Riunito in seduta comune il Parlamento, integrato dai delegati delle Regioni, procede anche all'elezione del Presidente della Repubblica di una parte e dei componenti del Csm (Consiglio superiore della magistratura) e dei giudici della Corte costituzionale. L'assemblea di Montecitorio, come quella di Palazzo Madama, esamina e approva le proposte di legge che possono essere d'iniziativa governativa o parlamentare (dei gruppi o dei singoli deputati) ma anche d'iniziativa popolare (sono necessarie le firme di 50.000 elettori), o ancora le proposte di legge che possono essere presentate dal Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro o dei Consigli regionali.

Durante l'iter legislativo ogni ddl è vagliato da una delle quattordici Commissioni permanenti o da una Commissione speciale della Camera prima di passare all'esame dell'aula. Il Parlamento ha un rapporto fiduciario con il Governo che deve, innanzitutto, avere la fiducia delle due Camere che decidono se accordargliela o no mediante la votazione della cosiddetta mozione di fiducia in base al programma di governo annunciato ai parlamentari che rappresentano il popolo. La Camera può essere sciolta dal Capo dello Stato che indice nuove elezioni quando il Parlamento non riesce ad esprimere nel suo complesso una maggioranza parlamentare che sia nelle condizioni di sostenere l'azione di un Governo. Per tutte le altre informazioni è possibile consultare il sito ufficiale all'indirizzo www.camera.it.