La Costituzione italiana è la legge fondamentale dello Stato, cioè il vertice nella gerarchia delle fonti di diritto da cui dipendono tutte le altre. Fu approvata, dopo la nascita della Repubblica Italiana, dall'Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947, ed entrò in vigore il primo gennaio del 1948. La Carta costituzionale in Italia è una legge "scritta, rigida, votata, compromissoria, democratica e programmatica".

Dopo diversi cambiamenti apportati in passato, è attualmente in corso l'esame della riforma costituzionale. Le costituzioni generalmente vengono definite rigide quando sono protette contro modifiche rispetto alle leggi ordinarie, si dicono flessibili quando invece i criteri di modificabilità sono uguali a quelle delle leggi ordinarie. Per modificare la Costituzione e le altre leggi costituzionali servono due diverse votazioni di ciascuna Camera ad intervallo non minore di tre mesi, e le modifiche vanno approvate dalla maggioranza assoluta dei componenti del Parlamento nella seconda votazione. Mentre la forma repubblicana dello Stato italiano, secondo l'ultimo articolo della Costituzione (n. 139) "non può essere oggetto di revisione costituzionale".

Il garante della Costituzione è il Presidente della Repubblica. L'altro organo di garanzia è la Corte Costituzionale che controlla la legittimità, ovvero la costituzionalità, delle leggi dello Stato. Il testo costituzionale in vigore è composto dai principi fondamentali, da due parti e dieci titoli (quattro nella prima parte e sei nella seconda): complessivamente sono 139 articoli; poi ci sono le disposizioni finali e transitorie e le note.

I principi fondamentali della Costituzione italiana sono enunciati nei primi 12 articoli: dal primo, che dice che la Repubblica è fondata sul lavoro, al dodicesimo che stabilisce che la bandiera ufficiale della Nazione è il tricolore "verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni". Nella parte prima della vengono indicati i diritti e i doveri dei cittadini, nella parte seconda i principi che fissano l'ordinamento della Repubblica. Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile consultare e scaricare su internet il testo completo della Costituzione italiana sui siti istituzionali Governo.it o Quirinale.it.