Crotone è un'importante città calabrese, la cui popolazione raggiunge i quasi 64000 abitanti. La città fu fondata dagli antichi greci provenienti dalla regione dell'Acaia, intorno alla seconda metà dell'VIII secolo a.C. nel luogo di un insediamento già esistente. Col passare del tempo, Crotone divenne uno dei più importanti territori della Magna Grecia. Il centro storico crotoniate consta di una moltitudine di antichi vicoli e strade, fino al duomo ed alla piazza centrale dedicata al filosofo Pitagora. Tale piazza è il punto di collegamento tra la città vecchia e quella nuova. Crotone è anche il nome di un cratere sito sulla superficie di Marte.

Fiore all'occhiello della città è, senza dubbio, l'omonima società calcistica: il Football Club Crotone. Il club sportivo venne fondato nel 1910. La società calcistica venne, in seguito, rifondata nel 1945, al termine del secondo conflitto bellico, con il nome di U.S. Crotone. Col passare degli anni, la realtà sportiva ha infine assunto il nome con cui tutti la conosciamo attualmente. Nel 2016, il Crotone ha visto la tanto agognata promozione in serie A. Dopo la Reggina e il Catanzaro, il Crotone è la terza squadra calcistica calabrese a raggiungere il massimo della serie. I colori ufficiali della squadra sono il rosso e il blu.

Tra i suoi grandi successi, la squadra del Crotone può annoverare la vittoria del Girone I del Campionato Nazionale Dilettanti 1996-1997, del Girone B del campionato di serie C 1999-2000 e la finale della SuperCoppa di Lega di Serie C, in seguito persa.

Nel 1907 Crotone si sviluppò tecnologicamente, grazie all'inaugurazione del primo acquedotto della città, una costruzione voluta dal politico e mecenate Eugenio Filippo Albani. Inizialmente, la città si chiamava Cotrone, il nome fu poi modificato nel 1928. Crotone è stata caratterizzata da un forte insediamento industriale, a cavallo delle due guerre mondiali. Questo fu reso possibile anche grazie alla centrale idroelettrica di Calusia.

La città vide un evidente aumento della popolazione durante gli anni '30 del '900, quando il numero di abitanti raddoppiò, fino al superamento dei 600000 individui. Una città ricca di storia e cultura, con una grande squadra di calcio che ha dato molto allo sport italiano.