FIAT, Fabbrica Italiana Automobili Torino, viene fondata nel 1899 nel capoluogo piemontese. Tra i fondatori, oltre a Giovanni Agnelli, numerosi personaggi dell'alta borghesia torinese e italiana dell'epoca, tra cui i fondatori dell'ACI, Emanuele Cacherano di Bricherasio e Cesare Goria Gatti. Agnelli fu tuttavia coinvolto in extremis, dopo la rinuncia di Michele Lanza. La prima vettura dell'azienda, la 3½ HP, vide la luce nel 1899 e venne realizzata in soli otto esemplari.

Una data molto significativa è il 1923, anno in cui entrò in funzione il celebre stabilimento del Lingotto. Gli anni '30 fu un periodo molto prolifico per la Casa: videro infatti la luce modelli molto apprezzati come la 508 Balilla che stabilì un nuovo record di produzione in serie (oltre 100.000 esemplari) e la celebre 500 Topolino, una delle vetture più famose di tutti i tempi che vendette oltre 500.000 esemplari in circa venti anni. Nel secondo dopoguerra (1946) l'azienda passò da Agnelli a Vittorio Valletta sotto la cui "reggenza" nacquero automobili come la Campagnola (1951) e la prima mitica 600. Il 1957 vede invece la nascita di una delle vetture italiane più rappresentative e famose, la Nuova 500, l'auto che ha "messo in moto" l'Italia portandola nel periodo del "boom economico" degli anni '60, periodo che vide anche il passaggio da Valletta al celebre avvocato Gianni Agnelli, nipote del fondatore dell'azienda.

Il decennio successivo, oltre a vetture come la 127 e la Ritmo, vede anche il passaggio a Fiat Auto SPA, gruppo sotto il quale, nel corso degli anni verranno raggruppati marchi come Abarth, Alfa Romeo, Autobianchi, FIAT, Lancia, Ferrari e Maserati. Gli anni '80 e '90 sono quelli delle varie Panda, Uno, Croma, Regata, Tempa, Tipo e Punto, modelli che non necessitano di presentazioni.

Gli anni 2000 vedono avvicendarsi alla guida dell'azienda Luca Cordero di Montezemolo prima e Sergio Marchionne dopo, quest'ultimo in particolare ha lanciato il Gruppo a livello internazionale come mai era avvenuto in passato, portandolo alla fusione con il gruppo Chrysler e alla nascita della FCA, settimo costruttore mondiale per automobili vendute nel 2014. Con Marchionne alla guida dell'azienda sono nate vetture come la 500L e la 500X, derivate dalla moderna versione della 500 (2007), marchio destinato a diventare più un sub-brand del gruppo che una semplice vettura.

Foto di  CTM, da Flickr.