La fiction tv prende il suo nome dal termine inglese che indica qualsiasi opera che narra eventi e storie inventate del tutto o parzialmente: in questa categoria rientrano anche gli sceneggiati televisivi che raccontano trame costruite a tavolino. Il boom che ha permesso far di conoscere al grande pubblico le fiction tv in Italia si ebbe a partire dai primi anni '80, quando le emittenti televisive private iniziarono a riversare nei loro palinsesti telenovelas spagnole, soap opera e telefilm statunitensi

Come per le serie tv, esistono diversi formati delle fiction che si differenziano sulla base della durata temporale degli episodi e sulla base del tipo di narrazione che è stata utilizzata: i film per la televisione sono non seriali, le miniserie e miniserial sono a serialità debole e le serie e i serial sono a serialità forte. Renzo Badolisani, nel suo libro "Scrivere per la tv", indentifica in modo più specifico le diverse tipologie di fiction: Tv movie e film-tv, che sono prodotti espressamente per il piccolo schermo e hanno caratteristiche ben precise che riguardano anche il "linguaggio visivo" che è più semplice; ora ne vengono prodotti molti meno perché sono costosi.
Le serie in più puntate, delle quali l'Italia è una grande esponente a tal punto che si è arrivati a parlare di serie o miniserie "all'italiana"; i telefilm - che sono diversi dai film per la tv - formati da un certo numero di puntate della durata di circa 25 o 50 minuti, nelle quali la continuità narrativa orizzontale viene data da una vicenda di base o da protagonisti e ambientazioni che si ripetono mentre quella verticale inizia e finisce in ogni puntata.

Le due maggiori aziende televisive italiane produttrici di fiction sono Mediaset e Rai Fiction: della prima le più importanti e conosciute dal grande pubblico sono, ad esempio, "Elisa di Rivombrosa", "L'onore e il rispetto" -seguitissima in particolare dalle fan di Gabriel Garko -, "R.I.S. - delitti imperfetti" e "Squadra antimafia". Rai fiction invece ne ha prodotte di molto longeve tra le quali troviamo "Don Matteo", "Un medico in famiglia" e "Il commissario Montalbano".