Film, una piccola parola che raccoglie un mondo intero fatto di sogni, racconti, parole e personaggi più o meno immaginari. Fin dal 1926, anno in cui venne proiettato il primo film sonoro, l'industria cinematografica è cresciuta, giorno dopo giorno, fino a diventare custode di un'arte fatta di grandi registi, ma anche di grandi attori che hanno il compito di emozionare, divertire, spaventare con i personaggi che interpretano. Oggi gli attori sono dei veri e propri idoli - chi più e chi meno dotato di talento - che viene premiato attraverso ambiti award, il più importante, il Premio Oscar.

Esistono diversi tipi di film: corto, medio oppure lungo metraggio. La differenza sta nel numero dei fotogrammi, quindi nella durata. Un cortometraggio, normalmente non supera i 30 minuti, il mediometraggio anche un'ora, mentre un lungometraggio spesso supera l'ora e mezza arrivando anche a 3 o a 4 a seconda della storia che si sviluppa. Le pellicole inizialmente erano in bianco e nero, mentre il colore è subentrato successivamente; esistevano poi i film muti dove le battute erano scritte tra una sequenza e l'altra, infine sostituiti dai film sonori. Esistono differenze di genere: solitamente i film possono essere: drammatici,

  • comici

  • thriller

  • horror

  • erotici

  • avventura

  • fantasy

  • sci-fi

  • fantascienza

  • romantici

  • commedie

  • western

  • black-comedy.

Ogni pellicola vuole raccontare una storia che può essere "ispirata a fatti realmente accaduti" oppure nata dalla creatività di bravissimi sceneggiatori che scambiano idee con il regista che, a sua volta, cercherà un produttore che avrà il compito di finanziare (o meno) il progetto cinematografico. Cinecittà e Hollywood, per chi ama il cinema, sono due capisaldi: a Roma, sede degli studios di Cinecittà, vennero girati Kolossal come Ben-Hur, Cleopatra e Gangs of New York; Hollywood, invece, è considerata la vera "mecca" del cinema: ha sede a Los Angeles ed è proprio in questa città dove si trovano gli studios più famosi al mondo.