Alexa
La Fiorentina, tra passato, presente e futuro: una squadra giovane e rivoluzionata. Iscriviti al canale per restare sempre aggiornato!

Fiorentina

|
Canale
Canale seguito 63 Follower
Questa è la community di Fiorentina. Iscriviti per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie e per connetterti con gli altri membri!
Amministratore: Giancarlo Sali
More
Segui
63 Follower
Iscrivendoti, riceverai aggiornamenti giornalieri su Fiorentina
Voglio ricevere aggiornamenti su Fiorentina
Mostra al mondo la tua passione
Gestisci un canale per Blasting News e inizia a guadagnare.
Cosa ti appassiona?
Raggiungi un'audience più grande
Sei una figura pubblica, un'agenzia media o un influencer famoso?
Richiedi un invito per gestire il tuo canale
  • 6 gennaio 2018 00:09:17

    Meritavamo di vincerle entrambe (contro le milanesi) e ne usciamo con 2 pareggi, il secondo addirittura raggiunto in extremis. Non si può segnare lo stesso numero di goal degli avversari, quando costruisci rispetto a loro il triplo delle occasioni da rete. Ora la pausa ed il mercato: è obbligatorio prendere un attaccante (una seconda punta, un Thereau più giovane) che segni, un centrocampista forte come i titolari (tra l'altro Veretout ed Astori saranno squalificati nella prossima gara) ed un grande terzino, se vogliamo andare in Europa.

  • 30 dicembre 2017 15:44:01

    Sono semplicemente furioso: prima il Var conferma, dopo ieri sera, che anche al computer vale la sudditanza psicologica (in 10 per ben oltre metà gara il Milan,che ha sofferto 11 contro 11, avrebbe perso al 99%), poi nonostante tutto riusciamo ad andare in vantaggio meritatamente sul finale di gara e Vitor Hugo è pronto ad entrare al posto di Thereau (che, come al solito, non riesce a giocare 90 minuti) per riequilibrare la squadra, ma si fa male il nostro miglior difensore (Pezzella), salta la sostituzione programmata e subito becchiamo il goal del pareggio. Da sempre la fortuna, specie con noi, aiuta sempre le squadre che rubano, e così è stato anche oggi. Detto questo, anche in 3' categoria sanno che Suso non va fatto rientrare sul sinistro (vero Eysseric?), e la respinta di Sportiello è imbarazzante.

  • 23 dicembre 2017 00:11:55

    Vittoria meritatissima, partita dominata, ma il terzo 0-0 di fila era dietro l'angolo prima che entrasse Babacar il quale, giocando fin qui il 10% dei minuti di Simeone, ha segnato gli stessi goal dell'argentino. Oggi avremmo senz'altro 4-5 punti in più se il senegalese fosse maggiormente apprezzato e considerato, ma ora godiamoci la vittoria che ci voleva assolutamente e realizzata su un campo difficile. Chiosa su Vitor Hugo, semplicemente straordinario! Niente affatto male nemmeno l'esordio di Milenkovic.

  • 18 dicembre 2017 00:49:47

    La Sampdoria perde, il Milan perde, il Torino perde, il Chievo perde, il Bologna perde: come si fa a mancare un'occasione del genere in classifica? Diventa addirittura inutile pareggiare a Napoli, se poi pareggi anche in casa col Genoa. In un Campionato da 3 punti a vittoria, tutti questi pareggi non servono a niente se vuoi andare in Europa! Peccato perchè ad inizio secondo tempo avremmo meritato il goal, ma quando Thereau non c'è (perchè infortunato o nullo come oggi), la squadra perde tantissima qualità e poi Simeone continua a sbagliare l'impossibile. Il migliore è l'encomiabile, come sempre, Veretout! Ripeto, serve un attaccante forte come Thereau, ma più giovane, ed un regista vero, perchè Badelj è un ottimo calciatore, ma nelle partite in casa contro squadre chiuse serve uno alla Pizarro per far girare la squadra.

Leggi tutti i post dei follower

La Fiorentina, tra passato, presente e futuro: una squadra giovane e rivoluzionata. Iscriviti al canale per restare sempre aggiornato!

L'ACF Fiorentina (Associazione Calcio Firenze e Associazione Fiorentina del Calcio nel 1926, Associazione Calcio Fiorentina dal 1927 al 2002 e Florentia Viola nel 2002-2003), più comunemente nota come Fiorentina, è una società calcistica italiana con sede nella città di Firenze, fondata il 29 agosto 1926 dal marchese Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano. Dal 2002, il club è di proprietà di Diego e Andrea Della Valle.

Come bacino d’utenza in quanto a tifosi e come fatturato, la Fiorentina rappresenta la sesta realtà calcistica italiana, dietro le 5 big ed alla pari della Lazio.

La Fiorentina di oggi, dopo un calciomercato che ha rivoluzionato in toto la rosa, è chiamata ad un anno di probabile transizione, per dare modo ai tanti nuovi giovani della rosa di ambientarsi, crescere e di entrare in sintonia con tutti i propri compagni.

A guidare la rosa rivoluzionata della Fiorentina c’è Stefano Pioli, allenatore ancora giovane e che fin da quando ha lasciato la maglia viola da giocatore, sognava di poter tornare un giorno in questa terra da allenatore.

L’obiettivo dei tanti tifosi della Fiorentina è quello che la squadra, appunto così nuova, possa trovare presto l’amalgama così da poter puntare al 7’ posto (dopo le 6 big) che da quest’anno, con la riforma della Champions League, probabilmente (in base anche all’andamento della Coppa Italia) porterà comunque ai preliminari di Europa League.

I tanti big ceduti, come Vecino, Kalinic, Borja Valero, Ilicic, Gonzalo Rodriguez e Bernardeschi, sono stati sostituiti da giovani di talento quali ad esempio Marco Benassi, Veretout ed il Cholito Simeone, e da scommesse straniere, le cosiddette Corvinate, quali Gil Dias, Bruno Gaspar, Milenkovic e da qualche giocatore di esperienza come Thereau e Laurini, arrivati entrambi negli ultimi giorni del calciomercato estivo. Accanto a questi dei giovanissimi quali Lo Faso e Zekhnini, oltre al già presente Ianis Hagi, figlio d’arte.

La squadra in teoria parte libera da pressioni ed obiettivi particolari, ma è attrezzata nel medio periodo per finire il Campionato comunque nella parte sinistra della classifica senza particolari problemi.

Sul fronte societario, si attendono di capire le reali intenzioni dei Della Valle: cederanno o no la società? Ma molto dipenderà anche dai permessi per la costruzione del nuovo stadio e della cittadella commerciale, che i 2 fratelli marchigiani attendono invano da oltre 10 anni da politica e burocrazia locale.