La Presidenza della Repubblica, che ha sede a Roma al Palazzo del Quirinale, è la "casa degli italiani", il luogo di lavoro del Capo dello Stato italiano. All'interno degli uffici del Quirinale operano, insieme al Presidente della Repubblica, i suoi Consiglieri, e i funzionari e dirigenti dei vari Uffici, Servizi, Unità speciali e strutture operanti nell'ambito della Presidenza.

Il Presidente della Repubblica, che attualmente è Sergio Mattarella, è il Capo dello Stato e rappresenta l'unità nazionale, secondo quanto previsto dall'articolo 87 della Costituzione. Eletta per sette anni dal Parlamento riunito in seduta comune - con la partecipazione dei delegati delle Regioni e il voto a scrutinio segreto che spesso riserva molte sorprese - la più alta carica dello Stato può inviare messaggi alle Camere, come per esempio quello che l'ex Presidente Giorgio Napolitano inviò sulla questione carceraria sollecitando l'approvazione di misure straordinarie come amnistia e indulto. Spetta al Capo dello Stato il potere di promulgare leggi ed emanare decreti aventi valore di legge, indire nuove elezioni e fissare la prima riunione del Parlamento.

Tra i poteri gli altri poteri quirinalizi quelli di autorizzare alle Camere la presentazione dei ddl di iniziativa governativa e indire il referendum popolare nei casi contemplati dalla Costituzione che attualmente, anche su questo aspetto, è in corso di modifica con il ddl di riforma costituzionale. La Presidenza della Repubblica detiene anche il comando delle Forze armate, guida il Csm e il Consiglio supremo di difesa, dichiara lo stato di guerra deciso dal Parlamento, concede la grazia e conferisce leonorificenze della Repubblica.

Inoltre, secondo quanto previsto dall'articolo 59 della Carta costituzionale, il Capo dello Stato, può nominare cinque senatori a vita scelti tra i cittadini italiani che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, culturale, scientifico. Lo stesso Presidente della Repubblica, una volta concluso il mandato di 7 anni al Quirinale, sarà senatore a vita, salvo rinuncia per motivi personali. Per saperne di più è possibile consultare il sito istituzionale www.quirinale.it dove la Presidenza della Repubblica viene definita come la "casa degli italiani".