Le previsioni meteo, conosciute anche come previsioni meteorologiche, costituiscono l'applicazione della tecnologia moderna e della scienza allo scopo di prevedere, con un certo anticipo, lo stato dell'atmosfera in una determinata regione geografica o, più dettagliatamente, in una determinata località. Nel corso della storia, l'uomo ha sempre dimostrato il proprio interesse verso le previsioni del tempo anche se, soltanto grazie a metodi sempre più moderni, le previsioni meteo si stanno facendo sempre più precise e meno soggette ad errore.
Il metodo più facile per prevedere il tempo è quello legato alla persistenza: in questo caso, le previsioni meteo partono dalle condizioni del tempo di oggi per arrivare alle previsioni per l'indomani. Questo metodo è particolarmente semplice quando lo stato meteorologico è di carattere stazionario, quando cioè sussiste uno schema meteorologico stagnante e non soggetto a mutazioni nel breve termine: è il caso delle previsioni meteo legate alla stagione estiva dove l'influsso dell'alta pressione facilita il grado di certezza delle previsioni.

Molto più complicate, invece, le previsioni a lunga scadenza, quelle legate cioè all'andamento di una stagione, sia essa quella invernale oppure estiva, in genere le stagioni meno soggette ad improvvisi sbalzi di temperatura come spesso avviene, invece, durante la primavera e l'autunno.
Uno degli aspetti più importanti delle moderne previsioni meteorologiche è rappresentato dagli allarmi e dagli avvisi che i servizi meteorologici nazionali emettono nel caso si prevedano delle condizioni di tempo rischioso o addirittura critico. I cambiamenti climatici, a cui stiamo assistendo anche nel nostro Paese negli ultimi decenni, fanno sì che si presti particolare attenzione ai cosiddetti 'allerta meteo' in cui si prevede in determinate zone dell'Italia, una particolare intensità delle precipitazioni piovose o nevose, intensità che potrebbe causare dei grossi problemi dal punto di vista geologico. Le inondazioni e le alluvioni sempre più frequenti in Italia, spesso causate da quelle che sono state ribattezzate come le 'bombe d'acqua', sono state precedute da previsioni meteo che avevano annunciato tale rischio.