Con saldi si intendono comunemente quegli sconti che vengono effettuati in periodi di tempo prestabiliti durante l'anno nei quali la merce, in particolare abbigliamento e accessori, vengono venduti a prezzi inferiori anche per lasciare spazio ai nuovi arrivi della stagione autunno/inverno successiva. I saldi estivi in Italia iniziano tipicamente intorno ai primi giorni di luglio mentre i saldi invernali i primi giorni di gennaio, subito dopo le festività natalizie: i periodi di inizio e fine sono diversi perché stabiliti di regione in regione e durano in media 60 giorni.

I saldi sono regolamentati da normative che devono essere seguite dai negozianti (d.lgs 114/98, 24/02, 206/05): gli sconti infatti devono essere applicati solo su quei prodotti che, essendo legati alla moda, sono considerati stagionali e diventano fortemente deprezzati se invenduti entro un certo lasso di tempo. Sul sito della Guardia di Finanza si possono reperire alcune semplici e utili informazioni per evitare di cadere in truffe o 'fregature'.

Il primo consiglio è quello di recarsi nei negozi nei quali si intende effettuare i propri acquisti già qualche giorno prima dell'inizio dei saldi estivi, in modo da sincerarsi su abbigliamento e prezzi di listino. In secondo luogo i negozianti devono preoccuparsi di esporre in isole separate e facilmente riconoscibili le referenze scontate da quelle a prezzo intero, oltre a dover lasciare sui cartellini sia il prezzo pieno, che la percentuale di sconto.
È sempre meglio provare gli indumenti prima dell'acquisto, ma la GdF ricorda che questa possibilità è fornita dal negoziante ma non è stabilita per legge; pertanto - in assenza di difetti - il commerciante non è tenuto a cambiare il capo in un secondo momento.

La legge invece garantisce la possibilità di cambiare la merce nel caso in cui fosse difettosa anche se questo si manifestasse successivamente all'acquisto: il Codice del Consumo - dlgs 24/2002 - definisce in modo chiaro che qualsiasi articolo comprato per uso proprio o della famiglia goda di una garanzia di 24 mesi. È necessario però conservare con cura lo scontrino che ne attesti la data di acquisto provvedendo per sicurezza a fotocopiare quelli su carta chimica che dopo qualche tempo sbiadiscono.