Alexa
More
Iscriviti al canale
0 Iscritti al canale
Iscrivendoti, riceverai aggiornamenti giornalieri su Università
Voglio ricevere aggiornamenti su Università
Mostra al mondo la tua passione
Gestisci un canale per Blasting News e inizia a guadagnare.
Cosa ti appassiona?
Raggiungi un'audience più grande
Sei una figura pubblica, un'agenzia media o un influencer famoso?
Richiedi un invito per gestire il tuo canale

Concorso Dirigente scolastico 2018: ecco chi può partecipare, testo pubblicato in gazzetta ufficiale.

Finalmente ripartono i concorsi per il reclutamento dei Dirigenti Scolastici. L'ultimo infatti risale al lontano 2011, da quel momento in poi più nulla, un vuoto che ha portato le scuole italiane ad avere delle carenze strutturali con l'aumento delle reggenze e di alcuni contenziosi. Finalmente è arrivata la pubblicazione in gazzetta ufficiale che stabilisce le modalità di reclutamento e di selezione.

Concorso Dirigente Scolastico: fasi di selezione e prove da superare

Il percorso non sarà certamente semplice, infatti è previsto un corso-concorso strutturato in tre fasi che ha l'obiettivo di colmare le carenze strutturali fin ora davvero imbarazzanti.

Posso partecipare tutti i docenti che abbiamo almeno cinque anni di servizio.

La prova scritta verrà articolata in cinque domande a risposta multipla che riguarderanno tutta la normativa scolastica, la loro attuazione, il diritto civile e la contabilità di Stato. Due domande a risposta chiusa di lingua straniera (livello B2) sull' organizzazione degli ambienti di apprendimento ed i sistemi educativi europei. Il punteggio minino che i candidati devono ottenere è di 70 punti, successivamente accederanno alla prova orale che sarà incentrata sulle conoscenze professionali dei candidati attraverso la risoluzione di un caso pratico. Una parte della prova orale sarà incentrata sulla conoscenze di una lingua straniera e sulle competenze informatiche.

I candidati che superano la prova scritta e la prova orale saranno inseriti in una graduatoria che terrà conto anche dei titoli professionali. Accederanno quindi ad un corso professionale finalizzato all'arricchimento delle competenze dei candidati.

Dopo sarà la volta della parte pratica. Si inizierà con due mesi di lezioni in aula e quattro mesi a scuola, con la possibilità di integrare sessioni di formazioni a distanza. Al termine di tutto il percorso i candidati dovranno affrontare una prova scritta ed un ennesimo colloquio orale. Saranno dichiarati vincitori del corso-concorso di Dirigente Scolastico, coloro che saranno collocati in posizione utile nella graduatoria di merito.

Fedeli: "Con il nuovo concorso finiranno le reggenze"

La ministra dell'istruzione Valeria Fedeli, si mostra soddisfatta per il nuovo concorso di Dirigente Scolastico, infatti secondo la Fedeli, i posti messi a concorso saranno sufficienti a superare l'annoso problema delle reggenze. Un concorso definito innovativo atto a selezionare i migliori profili utili ad interpretare a meglio il ruolo di Dirigente Scolastico che ha subito dei cambiamenti negli ultimi anni.