Silvio Berlusconi è un uomo politico italiano (leader del partito politico di Forza Italia) e un imprenditore italiano. La sua carriera politica inizia, in pratica, nel marzo del 1994 con l'elezione alla Camera dei Deputati, con la conferma nelle altre quattro legislature. Dopo le elezioni politiche che si sono svolte il 24 e 25 febbraio, Berlusconi viene eletto per la prima volta senatore. Ha ricevuto dal Presidente della Repubblica quattro incarichi per formare il governo in qualità di Presidente del Consiglio: il primo incarico risale alla prima elezione politica del 1994 (XII legislatura); poi due incarichi consecutivi, prima nel 2001 (fino al 2005) e poi ancora nel 2005 fino al 2008 (XIV legislatura) e il quarto nel 2008 (fino al 2011, XVI legislatura). E' il presidente del Consiglio che è riuscito a 'durare' di più in carica: 3340 giorni in totale per Silvio Berlusconi preceduto soltanto da Benito Mussolini e da Giovanni Giolitti, ma prima della formazione della Repubblica italiana.


La rivista americana Forbes, nel 2014, ha eletto Silvio Berlusconi come il 177esimo uomo più ricco del mondo, il quinto in Italia, dopo Michele Ferrero fondatore dell'omonima azienda, Leonardo Del Vecchio di Luxottica, Stefano Pessina di Alliance Boots e Giorgio Armani. 
Nel corso della sua carriera politica, è risultato altresì imputato in più di venti processi. Il primo agosto del 2013, Silvio Berlusconi è stato condannato per frode fiscale nel cosiddetto processo 'Mediaset' a quattro anni di reclusione, tre dei quali condonati dall'indulto del 2006. Proprio a causa di tale senza, il 19 ottobre è stata sentenziata la pena accessoria dell'interdizione per due anni ai processi pubblici e, sempre per la stessa condanna, il 27 novembre del 2013, il Senato si è espresso in maniera favorevole alla sua decadenza dalla carica di senatore. Dal 20 febbraio del 1986, Silvio Berlusconi è proprietario dell'Associazione Calcio Milan, club calcistico del quale fu presidente dal giorno di acquisto della società fino al 21 dicembre 2004, data in cui fu costretto a lasciare la carica in seguito all'approvazione della legge sul conflitto d'interesse. Berlusconi è tornato a occupare la carica di Presidente del Milan dal giugno del 2006 fino ad aprile 2008, quando fu chiamato nuovamente a ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio.