"Io affermo che quando una nazione tenta di tassare se stessa per raggiungere la prosperità è come se un uomo si mettesse in piedi dentro un secchio e cercasse di sollevarsi per il manico". Basta questa celebre citazione di Winston Churchill per spiegare brevemente la natura delle tasse. Ma cosa sono realmente le tasse? La risposta non è semplice come sembra. La misura delle tasse, infatti, varia a seconda della sua natura all'interno della collettività cui vengono applicate. Dal punto di vista pratico, la tassa è una somma riconosciuta dal privato verso l'ente pubblico in cambio di un servizio richiesto. Nel caso in cui il servizio in auge sia di grosse proporzioni e di grande rilevanza per la collettività, le imposte lo finanzieranno e le somme da riconoscere, conseguenzialmente, saranno più basse.

Ci sono molti tipi di tasse. Tra le più note, certamente, ci sono quelle industriali. Quest'ultime sono pagate dai contribuenti in cambio di un'attività economica svolta dallo Stato o dagli Enti pubblici. Questa tassa comprende lo smaltimento dei rifiuti; una delle più temute del nostro paese.

Le tasse più variegate, ancora, sono quelle amministrative; ovvero, quelle pagate dal cittadino per il servizio reso da organi amministrativi come la Questura o il Comune. Le tasse amministrative comprendono, in primo luogo, la vita civile dei cittadini e, attraverso il pagamento delle stesse, i contribuenti possono ottenere il rilascio di documenti come certificati anagrafici, stato civile ecc. Rientrano nelle tasse amministrative anche le tasse create per la gestione dell'istruzione del cittadino (la scuola). Infine, in questa specifica categoria di tributi, rientra anche la gestione dell'occupazione di un suolo per attività legate alla vendita e il commercio.

L'ultima categoria di tasse presenti nel nostro paese, poi, sono quelle di tipo giudiziario. Stiamo parlando, neanche a dirlo di quei pagamenti riconosciuti dal cittadino che ha usufruito di un servizio reso da un organo giudiziario: un Tribunale o, ancora, dalla Corte d'Appello.