La storia di Telecom Italia e quella del telefono partono dal lontano 1849 quando Meucci fa le prime sperimentazioni sul telegrafo parlante, perfezionato poi nel 1875 da A. G. Bell che inventa il primo ricevitore e trasmettitore elettromagnetico con il quale potevano essere teletrasmessi i suoni. Il primo esperimento italiano sulla base delle apparecchiature di Bell si ebbe a Milano nel 1877 e solo un anno dopo, alla presenza del Re, si tenne la prima telefonata ufficiale fra l'ufficio del telegrafo di Tivoli e il Quirinale.

Circa 50 anni dopo il governo Mussolini - nell'ambito della riorganizzazione del sistema telefonico - divide l'Italia in 5 zone, in ognuna delle quali operava un diverso gestore: Stipel per Piemonte e Lombardia, Timo per la zona adriatica e del centro Italia, Teti per la zona centrale-tirrenica, Telve per le 3 Venezie e Set nel sud Italia. Passano poi ancora circa 25 anni quando, nel 1964, i cinque gestori vengono riuniti nella Società Italiana per l'esercizio telefonico più famosa come SIP.

Il 1980 vede la nascita dei primi telefoni a gettone nelle cabine telefoniche o nei bar che fornivano il telefono pubblico mentre nel 1990 grazie al servizio TACS cominciano i diffondersi i primi cellulari; nel 1991 vede la luce anche la prima linea digitale ISDN - dedicata soprattutto alle aziende - con la quale il canale telefonico veniva sdoppiato e consentiva di poter, ad esempio, fare una telefonata e inviare o ricevere un fax in contemporanea. L'evoluzione per la connettività continua e nel 1999 Telecom Italia adotta l'ADSL per la navigazione veloce in internet.

Altri eventi importanti si affacciano nel nuovo millennio: Wi-fi e banda larga wireless nel 2002, il primo videotelefono nel 2004 e nel 2005 arriva Alice Home TV, un servizio IPTV che consente di vedere la televisione in Internet (inizialmente solo in 21 città italiane). Dopo essere stata monopolista sul mercato per decenni, da qualche anno - in seguito alla liberalizzazione - Telecom Italia ha subito dei forti contraccolpi dovuti agli operatori di telefonia fissa e mobile che si sono introdotti nel mercato italiano; in seguito agli avvenimenti degli ultimi mesi, a partire dal 2016 Telecom Italia e Tim (brand che dalla nascita aveva sempre identificato le offerte della rete mobile) saranno riuniti sotto quest'ultimo marchio.