Alexa
Magnitudo News 24: aggiornamenti in tempo reale su terremoti e ricorrenze storiche di eventi sismici rilevanti, in Italia e nel mondo

Terremoto

Canale
Iscritto 3 Iscritti
Questa è la community di Terremoto. Iscriviti per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie e per connetterti con gli altri membri!
Amministratore: L. Luppino
More
Iscriviti al canale
3 Iscritti
Iscrivendoti, riceverai aggiornamenti giornalieri su Terremoto
Voglio ricevere aggiornamenti su Terremoto
Mostra al mondo la tua passione
Gestisci un canale per Blasting News e inizia a guadagnare.
Cosa ti appassiona?
Raggiungi un'audience più grande
Sei una figura pubblica, un'agenzia media o un influencer famoso?
Richiedi un invito per gestire il tuo canale

Magnitudo News 24: aggiornamenti in tempo reale su terremoti e ricorrenze storiche di eventi sismici rilevanti, in Italia e nel mondo

Il terremoto. Uno dei fenomeni più imprevedibili e potenzialmente mortali sul pianeta Terra. Una catastrofe naturale che periodicamente si abbatte su alcuni Paesi del mondo.

Solo dall'inizio del XXI secolo l'Italia è stata colpita da ben 23 terremoti con magnitudo superiore a 5.0 gradi della scala Richter. 11 di questi hanno raggiunto magnitudo 5.5, 7 dei quali hanno superato magnitudo 5.8, 3 hanno raggiunto magnitudo 6.0 e 1, quello di Norcia del 30 Ottobre 2016, è arrivato a magnitudo 6.5, attestandosi come il terremoto più forte degli ultimi 37 anni. Questi disastri hanno causato in Italia, in 17 anni, 705 vittime, la maggior parte di queste uccise dal terremoti del 6 Aprile 2009 a L'Aquila (309) e da quello del 24 Agosto 2016 di Amatrice (300); senza dimenticare i 28 bambini e le 2 maestre morti nel terremoto del 30 Ottobre 2002 a San Giuliano di Puglia, le 29 vittime del terremoto che ha provocato la slavina sul Rigopiano il 18 Gennaio 2017 e le 27 vittime uccise dai due terremoti che hanno colpito l'Emilia il 20 e il 29 Maggio 2012.

Tuttavia, tornando indietro e scavando fra le macerie di quella che è la lunga storia sismica italiana, ci si rende conto che il primo quindicennio del XX secolo fu segnato da catastrofi nettamente superiori rispetto a quelle che stiamo vivendo noi oggi.

Infatti, gli eventi sismici di quegli anni si rivelarono molto più distruttivi e le vittime furono molte di più. Solo il terremoto di magnitudo 7.2 della scala Richter del 28 Dicembre 1908 che colpì lo Stretto di Messina causò 80-120 mila vittime. Gravissimo anche il terremoto di magnitudo 7.0 che colpì l'Abruzzo il 13 Giugno 1915, provocando più di 30 mila vittime. Si ricordano inoltre i terremoti di magnitudo 7.0 che colpì Nicastro, in Calabria, l'8 Settembre 1905, che causò 557 vittime, quello di magnitudo 5.9 che colpì la Calabria Meridionale il 23 Ottobre 1907, causando 167 vittime; il terremoto di magnitudo 5.3 dell'8 Maggio 1914, che provocò 70 morti a Linera, in Sicilia, quello di Calitri, in Campania del 1910 (50 vittime) e infine quello del 1911 in Sicilia (13 vittime).

Per questo, la consapevolezza che arriva dalla nostra storia su quanto il nostro territorio sia fragile dovrebbe proiettarci verso il progresso e farci capire che la prevenzione sismica nel paese dovrebbe essere un'assoluta priorità dei cittadini e del governo, ma purtroppo non è così. Solo gli scienziati e alcuni storici sembrano realmente interessati al problema effettivo che corrono milioni di cittadini, quotidianamente esposti ad un elevatissimo rischio sismico.